Dopo una lunga attesa fra amichevoli e tornei, parte domani il campionato di Serie C Silver 2016-17: un torneo che quest’anno propone tanti motivi di interesse soprattutto per le formazioni ofantine, con aspirazioni diverse ma con l’obiettivo di portarli a compimento. La partenza della stagione è stata salutata ufficialmente dalla presidente della Fip Puglia, Margaret Gonnella: «Si preannuncia un torneo molto competitivo, segno di grande ambizione da parte delle società partecipanti. Nello scorso campionato gli spareggi interregionali non hanno premiato nessuna pugliese ma molte squadre quest’anno ci riproveranno, dato che alcuni dei roster annunciati non sfigurerebbero nella serie superiore. Ad arbitri, dirigenti, tecnici e giocatori e a tutti gli appassionati di basket va l’augurio per una stagione da vivere intensamente ma sempre all’insegna di lealtà e correttezza».

La Castellano Udas comincia il cammino con la delicata trasferta a Bari contro l’Adria, tosta formazione che fra le sue fila annovera Gigi Delli Carri, un mito del Basket pugliese che con classe e grinta da vendere sa come mettere scompiglio agli avversari; non da meno Darrin Williams, che dopo aver calcato il campo di Vieste, riparte con una nuova esperienza che spera sia foriera di soddisfazioni. I biancazzurri di Luigi Marinelli sono pronti per questa avventura: nonostante siano indicati da molti come la squadra che vincerà il campionato (il roster è di indubbia valenza, ndr), sono ben consapevoli che è il campo a dare il giudizio definitivo partita per partita. Di ciò ne è convinto Antonio Leo, uno dei volti nuovi della Castellano Udas, che in esclusiva per lanotiziaweb.it racconta le sensazioni della vigilia: «Dopo tante amichevoli, unite alla preparazione durata un mese e mezzo, finalmente cominciamo a saggiare il campionato. Ci aspetta una trasferta insidiosa a Bari contro l’Adria, per verificare come assimiliamo gli schemi che abbiamo preparato. Sappiamo bene che bisogna pensare gara dopo gara, non sarà facile ma daremo il massimo: sono venuto qui perché il progetto della società mi piace, quindi cercheremo di dare tante gioie ai nostri tifosi». La gara (18.30) sarà arbitrata da Balice di Molfetta e Giordano di Bari.

L’Olimpica Basket debutta subito al Pala “Dileo” alle ore 18, con il primo derby dauno contro la Tamma Manfredonia di Gianpio Ciociola: i gialloblu, allenati per il secondo anno da Giovanni Gesmundo, hanno una formazione molto cambiata rispetto ad un anno fa. Fra i superstiti, il solo Vuovolo e l’ultimo annuncio poche ore fa, dell’under Antonio Falcone; ofantini pronti per cominciare un cammino che si preannuncia carico di aspettative. Ieri sera poi, la presentazione ufficiale della squadra, all’interno della “Festa della Birra”, organizzata dal Pub Arcimboldo: profilo basso, ma grande consapevolezza di poter fare bene e togliersi soddisfazioni, come ribadito più volte dal presidente Saracino e dai giocatori intervenuti. Le ultime amichevoli hanno messo in evidenza un carico di lavoro e sudore non indifferente fra prima squadra e giovani (sui quali il tecnico punta), per inserirsi nel novero di compagini che lotteranno per i playoff. Ecco le sensazioni del tecnico, alla nostra testata: «Aspettavamo questo momento dopo tante amichevoli: stiamo rifinendo le ultime cose prima di esordire, sono soddisfatto della fisicità dei ragazzi e come tengono il campo, vedremo in partita come andrà. Non pensiamo agli avversari, che rispettiamo ovviamente: nessuna squadra è debole, per cui il torneo ci dirà quanto il livello di gioco sarà fondamentale per ciascun team». Arbitri del confronto Russo di Taranto e Calisi di Monopoli.

Al termine della stagione regolare, al momento fissato per il 12 marzo, la prima classificata accederà direttamente agli spareggi interregionali. Le squadre dalla seconda alla nona posizione, invece, disputeranno i playoff, per designare le eventuali ulteriori concorrenti alla promozione in serie B. Per quanto riguarda la zona bassa, l’ultima classificata scenderà direttamente in serie D, mentre i playout dalla 12esima alla 15esima classificata decreteranno le altre due squadre destinate alla retrocessione.

CONDIVIDI