Depuratore di Cerignola

Con una nota stampa che segue integralmente, l’Assessore all’Ambiente ed alla Salute, Antonio Lionetti, annuncia l’imminente inizio dei lavori per il potenziamento del depuratore di acque reflue. Inoltre, in programma lavori anche per il miglioramento della funzionalità idraulica ed ambientale di Fosso Pila

Come già comunicato, a giorni inizieranno i lavori di potenziamento dell’impianto di depurazione delle acque reflue cittadine. Parliamo di interventi strutturali per quasi 5 milioni di euro. Ma le notizie buone non finiscono qui. La Giunta regionale lo scorso 13 settembre ha stanziato poco meno di 1,5 milioni di euro per il miglioramento della funzionalità idraulica e ambientale di Fosso Pila, per il tratto che corre dal depuratore alla confluenza con il Canale Acqua Mela. Due provvedimenti di fondamentale importanza, che permetteranno di risolvere due problemi che affliggevano da anni il territorio di Cerignola. Ovvie le riflessioni positive che a fine lavori si apprezzeranno in termini di salvaguardia ambientale e di tutela della salute dei cittadini. Sono profondamente soddisfatto per questi due importanti risultati, ai quali ho dedicato la mia più assidua attenzione.

Sono in costante contatto con l’Acquedotto Pugliese, per le questioni che attengono il depuratore, e con il Consorzio di Bonifica di Capitanata, per gli interventi che riguardano il canale Fosso Pila, per seguire l’evoluzione dei lavori con la massima consapevolezza. I problemi ambientali che affliggono il territorio di Cerignola sono ancora tanti e sono tutti sotto la lente di ingrandimento dell’Amministrazione, ma in un solo anno di mandato non si potevano fare miracoli ed è indubbio che qualche passo in avanti è stato fatto.