“Una serie di iniziative pianificate e programmate per le fasce più deboli della città, grazie alle quali sarà possibile raccogliere risorse economiche da devolvere al fondo di solidarietà ‘Città di Cerignola’, (IBAN:IT05 V076 0115 700001034400877-Poste Italiane) istituito dall’Assessorato alle Politiche Sociali e da destinare, in parte, anche alle popolazioni del Centro Italia colpite dal sisma lo scorso agosto”. E’ l’annuncio dell’assessore alle Politiche Sociali, Rino Pezzano, che presenta ‘l’Autunno della Solidarietà’, una serie di eventi da allestire in collaborazione con l’assessore allo Sport Carlo Dercole e i rappresentanti dell’agenzia comunale ‘Cerignola Produce’, presieduta dal consigliere Vincenzo Specchio.

“La sinergia tra i tre settori – prosegue Pezzano – e il massimo coinvolgimento delle associazioni di categoria, dei sindacati, delle associazioni sportive e degli operatori del Terzo Settore sarà il motore di questa iniziativa. Ringrazio fin da ora i colleghi che hanno subito condiviso il progetto e lo spirito che sottende gli eventi: l’obiettivo, infatti, è sensibilizzare la comunità cerignolana, ancor di più di quanto non lo sia già, verso un tema di stringente attualità come quello della difficoltà economica e provare a superarlo con azioni di solidarietà e generosità. Bisogna creare – continua – un meccanismo virtuoso, attraverso il quale chi ha le possibilità possa aiutare i cittadini più in difficoltà”.

All’Autunno della Solidarietà hanno già aderito la società di calcio Audace Cerignola, gli imprenditori che hanno organizzato l’evento “Verde Pistacchio – Una Notte al Castello” e l’associazione dei Giostrai, devolvendo in parte o totalmente gli incassi delle rispettive iniziative al fondo di solidarietà. Il programma, quindi, terminerà con una manifestazione conclusiva da organizzare nelle mese di dicembre.

“Sono sicuro – sottolinea l’assessore – che anche le prossime iniziative di beneficenza saranno molto partecipate, mettendo in evidenza la sensibilità della città di Cerignola. Inoltre – conclude Pezzano –, parte della somma raccolta verrà impiegata per realizzare qualcosa di tangibile nei territori del Centro Italia colpiti dal terremoto, in modo tale da lasciare un ricordo della generosità della nostra comunità”.

CONDIVIDI