Domenica 25 settembre u.s., nella tarda mattinata, l’attenzione di un poliziotto del Commissariato di P.S. di Cerignola, intento a passeggiare libero dal servizio, veniva richiamata dal fatto che davanti ad una bancarella di frutta secca vi era un pregiudicato, noto al poliziotto, che portava al guinzaglio un pit-bull, privo di museruola che, per come si agitava, impauriva i passanti. Il poliziotto invitava il predetto, MONTINGELI Paolo cerignolano 58enne, a mettere in futuro la museruola all’animale. Il MONTINGELLI, iniziava con tono arrogante e ad alta voce a dirgli di farsi i fatti propri, altrimenti gli avrebbe spaccato la faccia. Il poliziotto invitava l’uomo a redimersi e si qualificava come appartenente alla Polizia di Stato; il MONTINGELLI, con arroganza, sfidava nuovamente il poliziotto e gli andava contro sferrandogli un forte calcio ai genitali, per poi colpirlo con due pugni sul volto. Il poliziotto si difendeva bloccando le mani dell’uomo, per non ricevere altri colpi, ma l’uomo continuava a minacciarlo dicendogli che gli avrebbe spaccato la faccia. L’uomo veniva ancora una volta invitato a calmarsi ed a non allontanarsi dal posto in attesa dell’arrivo di altri poliziotti chiamati in ausilio sul 113. Nell’attesa, il MONTINGELLI continuava il suo show in presenza di numerosissime persone che, nel frattempo, si erano radunate per assistere, ma senza intervenire per porre fine all’aggressione nei confronti del poliziotto, continuando a dire al poliziotto che poteva fare quello che voleva e che gli avrebbe spaccato la faccia, continuando sempre a sfidarlo avvicinandosi al viso ed accennando più volte ad un contatto fisico, gesticolando con le mani ed aizzando il cane, tenuto al guinzaglio, all’indirizzo del poliziotto. Giunti i rinforzi, l’uomo veniva accompagnato in Commissariato ed il poliziotto, presso il locale Pronto Soccorso, veniva giudicato guaribile in gg.15 a causa dei traumi riportati. Il MONTINGELLI veniva tratto in arresto e sottoposto agli arresti domiciliari, a disposizione del P.M..

Nella prima settimana di settembre, un’anziana donna cerignolana denunciava di essere stata vittima di uno scippo ad opera di un giovane e ne forniva dettagliata descrizione, precisando che le era stata scippata una collanina con medaglia e pietra rosa. Dall’esame dei registri dei vari Compro Oro presenti in città, condotto dagli agenti della Volante di Polizia, si accertava che V.L. 31enne cerignolano, in uno di questi esercizi, precisamente quello ubicato in viale Divittorio, aveva portato a vendere una collana, avente le stesse caratteristiche di quella scippata all’anziana donna, liquidata dal proprietario del compro oro per 205 euro. Pertanto, si procedeva al sequestro della collana ed il giovane veniva denunciato in stato di libertà per furto aggravato. Sono in corso indagini per verificare se lo stesso giovane sia l’autore di altri scippi avvenuti in questo centro.

  • Schifato

    Una sola parola : VOMITO

  • cerignolano

    …non ci sono parole per commentare…questo “signore” non merita neanche il vomito…

    • Schifato

      Lei è una perla rara…un consiglio… non si firmi “””Cerignolano”… ma un cittadino normale””” normale

  • Lillino

    Quello Montingelli Paolo sta sempre ubriaco…………. che brava persona!!!!!

  • MICHETTO

    IL SOTTOSCRITTO NELLA GIORNATA DI LUNEDI E’ STATO AGGREDITO VERBALMENTE CON PAROLE CHE NEMMENO RIESCO A PRONUNCIARE SOLO PERCHE’ CON IL CAMION MI SONO BUTTATO AD UN INCROCIO ED IL SIGNORE DA LONTANO CON LA SUA VETTURA VEDENDOMI BUTTARE A ACCELLERATO PER VENIRMI ADDOSSO,PERCHE’ SECONDO LUI VOLEVA AVERE RAGIONE CREDENDO CHE IO NON LAVESSI VISTO.
    NON CENTRA NULLA CON QUESTA NOTIZIA,MA VOLEVO SOLO MENSIONARE IN CHE GIUNGLA VIVIAMO.
    SEMPRE PIU’ GHOTAM CITY………..

  • dove viviamo!!!!!!

    ma chi è sto paolo montingelli???????????????

    • Bevogazzosa

      Uno che sté semp mbriac
      Povridd