In poco più di un anno è successo di tutto a Palazzo di Città, in seno al comparto dirigenti. La volontà di Metta e della amministrazione da questi guidata aveva parzialmente rinnovato l’organigramma non senza polemiche. Nelle ultime ore, però, un nuovo terremoto in comune interessa Maria Dettori, Dirigente del Settore Cultura e Servizi Sociali che perde quest’ultima delega, mantenendo solo la cultura. Alcuni dissapori con l’attuale Assessore ai Servizi Sociali, nonché vice Sindaco Rino Pezzano, pare siano alla base del taglio di affidamenti per la neo dirigente. La delega, però, non resta vuota e passa nella mani del già Dirigente della Polizia Municipale Francesco Delvino, che così bissa.

La Dettori, voluta a gran voce proprio da Franco Metta, che ne annunciò il suo nome già in campagna elettorale, tanto da finire nel calderone di una polemica durata diverse settimane, anche per via di un bando abbastanza contestato e chiacchierato, oggi sembra divenuta indigesta al leader cicognino che, senza batter ciglio, sembra aver avallato la decisione.

Non hanno scalfito minimamente, invece, il rapporto tra Metta e Delvino, con quest’ultimo promosso a Dirigente dei Servizi Sociali nonostante le polemiche delle ultime ore per il caso dell’affidamento diretto alla lavanderia della moglie del Consigliere Marinelli (al quale è seguita la rinuncia della titolare dell’attività, ndr.), e della questione riguardante l’assessore Marino.

  • Pinuccio Bruno

    Sarebbe una buona cosa se il Sindaco spiegasse ai cittadini le vere ragioni dell’esonero di parte dei compiti già assegnati alla Dettori . Sarebbe un forte segnale di trasparenza.