Una nuova tegola sulla testa di Franco Metta, l’istrionico Sindaco di Cerignola che, nuovamente, si trova nelle aule di tribunale dal lato opposto della scrivania rispetto a quando esercita la propria professione. Stavolta è la Commissione Tributaria Provinciale di Foggia a emettere sentenza nei confronti dell’avvocato, provvedimento figlio di una contestazione di «€ 523.535,00 per “compensi in nero” risultati dalle operazioni finanziarie ed € 8.867,00 per costi indeducibili». Cifre di «IRPEF, IVA e IRAP per l’anno d’imposta 2009».

Nella sentenza numero 811, pronunciata il 22 febbraio 2016, la Commissione Tributaria Provinciale di Foggia, presieduta da Antonio D’Ascoli, con Relatore Giorgio Granieri e Giudice Giovanni De Gruttola, ha accolto la corrispondenza parziale fornita dall’imputato che, documenti alla mano, rappresenta solo «alcune operazioni», per una cifra pari a «€ 162.871,00», frutto di giustifiche contenute nelle due memorie difensive: «prima memoria datata 5/10/2015 – e la seconda – del 28/01/2016».

In riferimento al resto dell’ammontare oggetto di imputazione, nel testo si legge chiaramente: «Relativamente alle altre operazioni per le quali l’ufficio ha evidenziato la mancanza di ogni spiegazione anche nelle controdeduzioni, il ricorrente non ha neanche tentato la dimostrazione della correlazione tra operazioni finanziarie e scritture contabili, come si evince dalla lettura del ricorso e delle successive memorie». Infatti, da quanto si apprende dalla documentazione pubblicata, a fronte delle «129 operazioni contestate dall’ufficio, il ricorrente (Metta, ndr.) non avrebbe in alcun modo contestato ben 90 di queste operazioni, per un ammontare di € 265.433,80».

Con la documentazione in possesso, quindi, il Tribunale ha emesso sentenza dichiarando che «il ricorso viene parzialmente accolto e i maggiori ricavi, accertati dall’ufficio in € 523.535,00, vengono rideterminati in € 360.664,00 (523.535,00-162.871,00)».

Questa nuova sentenza, riguardante interamente l’attività professionale e non quella politica, al pari della precedente che già tanto scalpore creò nell’opinione pubblica, ai danni dell’oggi Sindaco di Cerignola, potrebbe nuovamente aprire un dibattito sul fronte etico-professionale e ogni suo possibile riflesso. Un ulteriore duro colpo all’immagine del “senza peccato” e “puro” che Metta ha in ogni occasione sfoggiato, contrapponendola alla corrotta “vecchia politica”.

  • Francesco Delfino

    Franco è inociente!

    • Ospite1

      Essere striscianti ti porta bene, complimenti

    • Rocco

      Pure Cicciolina a sempre dichiarato di essere vergine.

  • portaborse

    La zia web. …

    • MANIALTE

      IO MI ASPETTO DA CHIUNGUE E ONESTO UN DISCORSO SERIO SU QUESTO FATTO
      TU INVECE VEDO CHE TE LA PRENDI COL GIORNALE
      MA CHE STAI PURE TU AD ALZARE LA MANO?!!

  • ToninoilFunaro

    ragazzi va precisato che si tratta di una cosa lavorativa che non riguarda il ruolo di sindaco però che caazzz

  • pergola

    L’avevo detto fin dal comizio di ringraziamento per la sua elezione.Altro che si fuma un paio di Malboro e risolve i problemi,questo le sigarette le compra pure di contrabbando e se le fa portare direttamente in comune.IL ” senza peccato”? questo avrà sempre sulla coscienza pure la sparizione di una infermiera di nome anna della quale non si è mai saputo nulla.

  • rachina

    Sua nonna ce lo diceva sempre,questo l’abbiamo fatto studiare ma e venuto comunque cattivo.

  • divertito

    tanto non ha niente da perdere …….

  • Padre Ruffiano

    E’ davvero confortante pensare che il Sindaco abbia un grosso debito con il fisco.
    Questo ispira fiducia, imparzialità nell’operato ed è sinonimo di assenza di corruzione.
    Tutti gli appalti verranno affidati a soggetti raccomandabili e a lui non riconducibili.
    Tutti gli affidamenti veddranno beneficiare soggetti non vicini a questa amministrazione.
    Tutti gli incarichi legali verranno affidati a soggetti a lui estranei.
    Le ditte vincitrici di appalto non avranno nulla a che vedere con soggetti di questa amministrazione.
    Mai alcun parente di assessori e consiglieri beneficieranno di incarichi o altro.
    Nessuno dividerà lauti stipendi con nessuno.
    Sicuramente durerà per tutto il periodo del mandato.
    Sembra talco ma non è, serve a darti l’allegria!

    • candido

      La tua visione della vita mi riporta a quando ero bambino,quando tutto mi sembrava magico quando l’ingenuità era possibile.Poi da grande o scoperto che esistono uomini come questo,esiste il male,esistono le droghe di ogni genere sia materiali e sia mentali e che purtroppo la gente ne fa uso come dare il voto a soggetti come questo.

  • memento

    ecco perché era contrario e non d’accordo con i controlli fiscali avvenuti tempo fa,si sentiva parte in causa in quanto è un grande evasore.Io credevo fosse il solito politucolo di turno che si offre per portare avanti un comune fantasma e scarsamente considerato dal tutto il resto della regione puglia, invece questo è un astuto manipolatore e pronto a qualsiasi compromesso pur di rimanere a galla.

  • giordano bruno

    Franco resisterà! E questa volta si! mi aspetto l’S.M.S del presidente della regione puglia,la email del presidente della repubblica,l’editoriale di Aldo Grasso e gli elogi dall’oltre tomba di GIUSEPPE DI VITTORIO ma rivolti alla magistratura che lo a pizzicato.

  • Rido

    Ancora una volta inferiore a santangelo.

  • Onesto

    Che brave persone che siete . Tutti sepolcri imbiancati . Ma mi faccia il piacere …… diceva Totò . Ipocriti

  • prolochi

    PER LA PAGINA WEB, il commento che ho scritto io non conteneva nessuna parolaccia e nessuna scabrosità.Per che diamine lo avete oscurato? cosa non vi è piaciuto? posso saperlo?

  • prolochi

    Adesso ho capito come funziona,e solo una questione di orario.Se in questo momento vi scrivo “imbecilli” non viene oscurato perché state facendo la pennichella e nessuno controlla i commenti.

    • cittadino

      ai ragione tu! questi non sono buoni manco a fare i filtri…….che tristezza.

    • Se scrive parolacce il commento viene posto in moderazione.
      Il sistema commenti de lanotiziaweb quotidianamente aggiorna la propria blacklist di parole non pubblicabili.
      Se nel commento compare una di queste parole il commento non viene proprio pubblicato.

  • nonsitruffa

    Credo che sia giusto pubblicare queste cose anche se alcuni ci calcano la mano..bisogna anche dire che lavvocato metta adesso ricopre una carica quale sindaco ragion per cui deve quantomeno darsi una calmata

  • Pinuccio Bruno

    Alla luce di
    quanto appreso, il mio stupore è forte ed intenso. Voglio ancora una volta precisare che io non ho nulla contro Metta
    sia come persona istituzionale che persona fisica. Ed in virtù di ciò, la mia critica è
    frutto di obiettività incondizionata. Il fatto di cui all’articolo non può non
    lasciarmi indifferente quale comune cittadino. Immaginare che egli possa
    eventualmente essere ritenuto un evasore fiscale, mi cadono le braccia. Pur
    considerando che le sue controversie con la sezione 2 della Commissione
    Tributaria Provinciale non attengono al ministero istituzionale da lui
    attualmente esercitato , tuttavia lasciano un provvisorio alone piuttosto
    intenso che incide gravemente sulla sua moralità fintanto che non si addivenga
    alla chiarificazione dei fatti.

    Il
    suggerimento che sento di dargli, è quello di informare i cittadini
    sull’accaduto , proprio perché Primo Cittadino di Cerignola. Ricordandogli che
    per la sua “figura istituzionale”,si ritiene legittimamente parlare ANCHE di
    fatti che attengo alla sfera privata . Egli, lungo il suo mandato non è un
    semplice cittadino, ma è una personalità pubblica su cui si possono e si devono
    accendere i riflettori. Non tener conto di ciò,nella convinzione di non “darla
    vinta” alle opposizioni siano esse di stampo politico o provenienti dalla
    pubblica iponione, egli commetterebbe un grave errore, danneggiando se stesso e
    l’intera compagine istituzionale che gli è attorno.

    • greco

      Sig. Pinuccio lei quando scrive si freca mezzo web,vediamo se riesco a sintetizzare io chi è il soggetto in questione.Questo non risponderà facendo finta di niente, in quanto si tratta di una sentenza esecutiva che non si può impugnare.Diciamo che dopo anni che si beve la sua cicuta(scriveva quella rubrica solo per far piacere ai preti di giorno,mentre di notte si vestiva pure da donna partecipando a festini con gente poco raccomandabile e in uno di questi Rew porty dell’epoca ci scappo pure il morto)questo la dice lunga sulla doppiezza del personaggio in questione.Con questo la saluto e le raccomando più sintesi quando scrive.

      • Pinuccio Bruno

        Egregio anonimo signore, sono certo che ciacuno di noi commentatori ha come minimo un difetto nel comunicare sia per iscritto che verbalmente. Io a differenza ,di altri, probabilmente, ne ho tantissimi: uno di questi può essere per lei la non sintetiticità. La sentiticià,in quanto tale, porta ad non esprimere compiutamente taluni concetti, pur sempre importanti, ed anche a non essere sufficientemente compreso. Ed allora, poichè io le voglo bene, sia pure non conoscendola, consiglio di non leggermi. Non sono ad obbligarla ad un sacrificio così rischioso per il suo sistema nervoso. Sintetici si può essere, se solamente ci si attiene ad un solo dettaglio, altrimenti, inevitabilmente, ci si dilunga. Il fatto che io mi “frechi” mezzo web , sarà preoccupazione della Redazione redarguirmi e non certo la sua, considerata la sua totale buona fede.

        Infatti se lei non si fosse fermato al solo racconto dell”aneddoto e la sua critica fosse costruttiva, per foza di cose si sarebbe dilungato. La saluto con un abbraccio, avendo a cuore la sua salute.

        • greco

          Signor Pinuccio le voglio tanto bene anche io e mi spiace se si è offeso,ma vede questa notizia e gravissima e non è vero che non incide con l’operato del sindaco.Si tratta di tanti anni di evasione e di tante tasse comunali non pagate questo incide e come sull’immagine del primo cittadino e di conseguenza del paese,e spiega benissimo certi comportamenti del sindaco a proposito di argomenti proprio inerenti a quella sentenza.Tenendo allo scuro questa vicenda non solo a tradito la fiducia dei cittadini che si erano fidati di lui ma anche la sua stessa parte politica che voglio sperare ne era allo scuro.Non mi faccia dilungare anche a me,ma credo che da domani mattina se non direttamente lui dovranno dichiarare qualcosa pur di non affossare questo paese nei già bruttissimi esempi da cui è afflitto.Con questo la saluto ancora spero che anche lei goda della sua salute e non mi dilungo nei dettagli dell’ aneddoto perché quella e una vecchia faccenda penale mai chiarita del tutto dall’allora giovane sindaco attuale di Cerignola.