Impegno casalingo per l’Audace Cerignola che, dopo l’1-1 di Gallipoli, riceve il Noicattaro nella quarta giornata del campionato di Eccellenza. Per gli ofantini la parola d’ordine è vittoria, allo scopo di presentarsi poi in casa del Barletta (nel primo scontro con una big) con un bottino apprezzabile in termini di punti, guardando dall’alto i biancorossi. Prima però, c’è da concentrarsi e proseguire nella striscia di risultati utili di questo primissimo scorcio della “premier league” pugliese, che finora ha portato in dote 7 punti ed un secondo posto a due lunghezze dal Team Altamura. Il pareggio di domenica scorsa va accolto con favore, malgrado la mezza beffa del gol subito a pochi minuti dal 90′: il Gallipoli è squadra coriacea e saprà far valere il fattore campo, l’Audace ha mancato per dettagli la finalizzazione di un paio di ripartenze ma ha ha saputo soffrire, portando via dal Salento un punto giusto.

A chi cominciava a sollevare interrogativi sulle ambizioni e sulla possibilità dei gialloblu, la società ha risposto prontamente in settimana, con due nuovi acquisti ed il nuovo ds, Mariano Rodriguez. Pollidori è forse l’uomo che mancava al centrocampo per prestanza fisica ed abitudine a rompere le trame avversarie; Ladogana è una punta che sa enormemente il fatto suo in zona gol e dal curriculum esemplare: due edizioni vinte di Eccellenza stanno a significare una certa capacità ed esperienza nell’affrontare il torneo. Procedono invece i contatti per arrivare al nome del nuovo allenatore: pare che sia questione di giorni per annunciare un profilo di navigata perizia e competenza.

Con una settimana di allenamento in gruppo, è difficile stabilire se i due volti nuovi possano avere già l’opportunità del debutto: Crudele ne sta vagliando le condizioni e, tutt’al più, saranno impiegati a gara in corso. Il mister cerignolano dovrebbe confermare il tridente in avanti, qualche dubbio invece su retroguardia e mediana: in ascesa le quotazioni di Giuseppe Grieco, per il quale non è da escludere una maglia da titolare, anche se non a pieno regime visto il graduale recupero dall’infortunio.

Il Noicattaro partecipa all’Eccellenza col nome dell’Atletico Mola, in seguito al trasferimento della compagine nella città dell’uva: formalmente la dicitura resta quella vecchia, ma si tratta dei nojani a tutti gli effetti. Nella scorsa giornata è arrivata la prima vittoria stagionale, nell’1-0 casalingo ai danni del Novoli, che ha permesso di muovere la classifica dopo due stop di fila. L’organico guidato da Castelletti vuole raggiungere una tranquilla salvezza, bilanciando alcuni senior ad una infornata di giovanissimi; fra gli elementi migliori, il portiere Sansonna, il centrocampista Schirone e gli attaccanti Tenzone e Visconti. Un match Cerignola-Noicattaro non si registra dalla stagione 2011/2012, al “Monterisi” si concluse sull’1-1. Calcio d’inizio alle ore 15.30, con la direzione di gara affidata al sig.Ciniero, della sezione di Brindisi.