I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, assieme ai militari delle Stazione Carabinieri di Stornara e Stornarella, hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto per ricettazione e riciclaggio SPECCHIO Antonio, nato a Cerignola, classe 1982, MIHALACHE Alexandru Cornel, nato in Romania, classe 1995 e NDIAYE Omar, nato in Senegal classe 1973. In particolare, nel corso di un servizio a largo raggio, i militari operanti venivano attirati da un bagliore proveniente da un’isolata campagna in agro di Stornara. Parcheggiate le autovetture di servizio, i militari si avvicinavano a piedi e, arrivati in prossimità della luce che aveva attirato la loro attenzione, scorgevano tre soggetti intenti a caricare all’interno di un furgone varie parti di autovettura appena smontate.

A quel punto, dopo aver cinturato la zona, si decideva di intervenire; due dei tre soggetti venivano immediatamente bloccati, mentre il terzo soggetto, dopo un lungo inseguimento a piedi, grazie anche all’oscurità, riusciva a dileguarsi nelle campagne circostanti, non senza che prima, però, lo si riuscisse a riconoscere. Il fuggitivo, dopo qualche ora di ricerca, veniva rintracciato presso la propria abitazione, nascosto all’interno dell’armadio e, come i suoi due correi, veniva sottoposto a fermo di indiziato di delitto.

Veniva poi accertato che le due autovetture, una PEUGEOT 2008, e una CITROEN Multispace, entrambe prive di targhe, erano provento di furto perpetrato in data 01 ottobre 2016 a Grumo Appula (BA) e a Toritto (BA). I fermati venivano tradotti presso il proprio domicilio come disposto dall’A.G., che, a seguito della convalida del fermo, disponeva per gli stessi gli arresti domiciliari.