«Non possiamo sostenere spese così alte, soprattutto per quanti come la mia famiglia hanno due bambini in età scolastica». Questo uno stralcio della protesta di alcune mamme che, in merito al costo dei bollini per la mensa, denunciano una spesa troppo alta in riferimento alle tabelle pubblicate dal Comune di Cerignola.

In media, infatti, una famiglia spenderà almeno 4,00 euro al giorno per far mangiare i propri bambini. La mensa scolastica, com’è noto, è anche momento di aggregazione per i piccoli scolari e questo, al pari dell’obbligatorietà imposta da alcuni Istituti, è un tema che si scontra con i costi che, a detta di molti genitori, sembrano proibitivi. «A Bari, per esempio, è differente – raccontano le mamme –; infatti, fino a 6.000 euro i buoni pasto non si pagano mentre da noi, con lo stesso reddito, superano i 2,00 euro».

Un prezzo per ricchi, ad ascoltare le parole dei genitori, che trovano conferme anche nei dati pubblicati sui siti dei comuni oggetto del paragone. Cerignola, difatti, risulta essere la più cara, più di città come Foggia e Bari, ma anche di centri piccoli come la vicina Canosa di Puglia. 

Riflettendo sulle cifre ufficiali una famiglia media cerignolana, con ISEE superiore a 10 mila euro, paga 4,00 euro a bollino, cioè il massimo: ma c’è una enorme differenza tra un modello ISEE da poco più di 10 mila euro e uno da 20 o 30 mila? Certamente sì, è innegabile, e questo dà modo alle famiglie di montare una protesta che, da questo punto di vista, risulta più che legittima.

Un quadro più chiaro rinviene dalle tabelle, pubbliche, dei siti ufficiali dei comuni analizzati. Cerignola, quindi, presenta una struttura su quattro fasce:

  • da zero a € 3.000,00 il bollino costa € 1,00;
  • da 3.000,01 a 7.000,00 euro, il bollino costa € 2,00;
  • da 7.000,01 a 10.000,00 euro, il bollino costa € 3,00
  • da 10.000,01 euro in poi, il bollino costa € 4,00.

Cifre abbastanza elevate se paragonate, ad esempio, a un grande centro come Bari, dove le tabelle parlano di ISEE più ‘ragionevoli’ e cifre per i bollini decisamente più ‘accessibili’: da zero a 6.000,00 euro il bollino è gratuito; da € 6.000,01 a € 12.500,00, il bollino costa solo € 1,60; da € 12.500,01 a € 19.000,00, ticket € 2,50; da € 19.000,01 a € 25.000,00, bollino € 3,00; da € 25.000,01 a € 30.000,00, costo del ticket € 4,00; infine, da € 30.000,01 in poi, costo del bollino € 5,00 (http://www.comune.bari.it/portal/page/portal/barigov/gas/bari/?idscheda=AAARX9AAcAAAHCaAAA&tipogas=1&nav=elenco).

Idea interessante anche quella messa in campo dal comune di Foggia, con tariffe mensili che, a primo impatto, sembrano molto accattivanti. Infatti, per le famiglie con ISEE da zero a 5.000,00 euro il costo mensile dei bollini è di € 33,00; mentre da 5.000,01 a 10.000,00 euro si arriva ad un costo mensile totale di € 53,00. In media, su minimo venti giorni di mensa in un mese (stima più che al ribasso, ndr.), le famiglie foggiane spenderanno da € 1,65 a un massimo di € 2,65 (http://www.comune.barletta.bt.it/retecivica/avvisi15/150722_scuole_infanzia_2015_2016.html).

Se, infine, guardiamo alla vicina Canosa di Puglia, nonostante si tratti di un piccolo centro con minor utenza rispetto a Cerignola e agli altri comuni citati, ci troviamo di fronte a tabelle alte ma con il massimale comunque minore rispetto al nostro: da zero a 3.544,00 euro, il bollino costa € 2,20; da 3.544,01 a 7.088,00 euro, costo del ticket € 2,80; da 7.088,01 euro in poi, bollino a € 3,10 (http://www.comune.canosa.bt.it/Cultura-e-PI/Pubblica-Istruzione/SERVIZIO-MENSA-SCOLASTICA-2015-2016).

Tanto è bastato, conti alla mano, per alzare un grande polverone di protesta da parte di molti genitori. Le cifre sono abbastanza chiare e comprendere il disagio delle molte famiglie cerignolane, soprattutto di quelle che hanno più di un figlio in età scolare, non è poi tanto complesso. Resta da intendere soltanto se e quando l’amministrazione comunale di Cerignola, in accordo con Ladisa S.p.a., gestore del servizio, vorrà rivedere le tabelle e magari correggerle al fine di agevolare, come accade in altri comuni, i cittadini che usufruiscono del servizio mensa.

  • Luigi

    come siamo messi male

  • Chesspass

    Giustificato il costo dei bollini!!
    Il primo cittadino di Cerignola ha voluto solo prodotti di prima qualità acquistati direttamente da PECK…

  • potito

    amministrazione distratta per i piu bisognosi….

  • La verità

    Comunque il centro cottura alla zona industriale è ancora aperto e funzionante. Non fatevi incantare dal pifferaio magico…

    • Onesto

      C Purte U mangè a cast . Azzupat . Comunque è bello vedervi rosicare .

      • mauro

        Ascolta stronzo sarebbe meglio che tu non scriva perché la tua cultura e pari al tuo cervello!

        • Onesto

          Pieno di feci devi crepare e consumarti giorno x giorno nel rosicarti. Non pensare alla mia cultura piuttosto cura la tua forte ignoranza .

  • Fifì

    Il cambiamenDo l’aveta cacall! Pecore.