Nella sesta giornata di Eccellenza, l’Audace Cerignola riceverà al “Monterisi” il Casarano, in un match che si preannuncia assolutamente interessante, sia per la qualità delle formazioni, sia per la ventata di novità arrivata in casa ofantina. Subito un test dall’alto coefficiente di difficoltà per il neo tecnico gialloblu Francesco Farina, il quale come ha ribadito anche nella conferenza stampa di giovedì, ha bisogno di tempo per rendere sua la squadra e che un allenatore che subentra non ha bacchette magiche al seguito. La parola d’ordine nell’ambiente cerignolano è lavoro, tanto e duro lavoro: Farina ha sottolineato come i risultati possono essere conseguiti solo con grande impegno, sacrificio ed abnegazione, con ore ed ore da passare sul campo ad apprendere i meccanismi che il mister impartirà ai suoi. Purtuttavia, la sconfitta maturata domenica scorsa a Barletta non ha scalfito le certezze dell’Audace, nella consapevolezza che davanti ad un avversario di spessore ci si è giocati la partita e che, sotto di un gol ed in inferiorità numerica, era quasi impossibile riuscire a resistere all’urto dei biancorossi. Si è voltato pagina in maniera immediata, così come detto anche dal direttore sportivo Fernandez, il cui lavoro per assicurare altri calciatori di assoluto valore al Cerignola procede: in prova il difensore ex Brescia Martinez, si è sempre vigili anche con orizzonte più ampio, anche in vista del mercato di riparazione.

Non sarà semplice il debutto per il tecnico casertano, che dovrà rinunciare a diversi effettivi: gli squalificati Ciano e Pollidori; gli infortunati Colangione, Cappellari e Dipasquale. Farina ha annunciato che si partirà dalla difesa a quattro, quindi per domani al centro della retroguardia in tre si giocano due maglie, ossia Altares, Sakho e Matera. Ragone dovrebbe essere il naturale sostituto di Cappellari sulla destra, incognite invece nel resto dei reparti, in base al modulo che sceglierà il trainer: fedele comunque al 4-3-1-2, lo schema è suscettibile di variazione a seconda degli effettivi a disposizione.

Il Casarano è la piacevole sorpresa di questa primissima parte di stagione: una nuova proprietà in estate ha scongiurato la sparizione del club, al quarto anno consecutivo di Eccellenza. Obiettivo salvezza il prima possibile per i salentini, ma l’ottimo avvio e la buona levatura della rosa sono segnali che ci sarà molto di più. Tre vittorie e due pareggi per un totale di 11 punti, una imbattibilità condivisa solo con la capolista Team Altamura per la truppa guidata da Pietro Sportillo. Una compagine solida e quadrata, che subisce poche reti (solo tre finora) e ne segna il giusto, anche se sarà assente per squalifica il bomber Tedesco, autore della metà delle marcature leccesi (tre su sei). Un organico che si fonda sull’esperienza di capitan Rosciglione, Zaminga e Quarta e la verve di Caputo in attacco, con i rossazzurri a sognare un nuovo colpaccio, dopo aver messo ko Barletta ed Unione Calcio Bisceglie. L’ultimo precedente fra le due squadre risale al campionato di Eccellenza 2007/2008; domani calcio d’inizio alle ore 15.30, con la direzione di gara affidata ad un arbitro fuori regione, il sig. Calzavara di Varese.

  • Masino Lezzi

    Forza Cergnola!!!!!!

  • Giulio

    Tanto perde anche oggi e Farina puo tranquillamente dimettersi….ahaha