Anticipo della 4^ di campionato all’insegna della pronta riscossa per la Castellano Udas Cerignola. Sul parquet amico i Cannibali si oppongono ad una tenace VBC Castellaneta, protagonista di un avvio di stagione a corrente alternata. Debutto in serie C per il secondo arbitro Cosimo Grieco. Coach Marinelli, dopo il riposo forzato concesso a Cooper ad inizio settimana, schiera un quintetto prudente con lo stesso Cooper, Tredici, Marchetti, Leo e Sims. Coach Compagnone risponde con Buono, Patella, Resta, Wright-Nelson e Novovic.

L’avvio lascia intravedere una Castellano Udas potenzialmente straripante, ma i biancorossi ospiti sono tutt’altro che disposti a recitare la parte dello sparring partner. Resta, ma soprattutto Buono mostrano i denti alle maglie biancazzurre, partite forse troppo dimesse. Novovic tiene lontana ogni minaccia dal pittato, ed allora i padroni di casa sono costretti a ricorrere troppo frequentemente al tiro dalla distanza. La serata dei cecchini udassini non è di quelle destinate alla storia, per cui troppo spesso le iniziative vanno a spegnersi sull’ottima zona disegnata da Compagnone. Marchetti prova a trainare i suoi e Sims aggiunge ‘boost’ alle dinamiche biancazzurre, ma l’efficacia al tiro di Wright-Nelson tiene i suoi avanti di quattro lunghezze alla prima sirena.

La ripresa delle ostilità mostra subito l’enorme potenziale difensivo dei Cannibali. Decisi a fare la faccia brutta, i ragazzi di coach Marineli mandano l’intensità difensiva letteralmente a mille, ed allungano immediatamente fino al più dieci di metà quarto. Sims, Cooper e Leo atterriscono la zona biancorossa, ma i tarantini sono una squadra rognosa, e non demordono mai anche quando la situazione sembra sfavorevole. Cassano, Patella e Wright-Nelson approfittano subito della rinnovata svagatezza difensiva udassina ed a metà tempo riattaccano la spina con un complessivo meno sei che li mette esattamente nel punto dove avrebbero pagato per essere ad inizio partita. Marinelli passa anch’egli a zona, ma non pare essere quella la mossa vincente. Scarponi avvia bene, Cooper mette in scena un paio delle sue magie, ma Novovic e Buono rispondono colpo su colpo. Marinelli torna a uomo dopo che Castellaneta si è riportata avanti, ed il time-out è d’uopo. All’uscita l’intensità torna a crescere ed i risultati portano subito i Cannibali sul più 5 di fine periodo.

L’ultimo quarto si apre con i biancazzurri a schiumare letteralmente rabbia agonistica. Tredici chiama la riscossa ed i suoi rispondono immediatamente. Scarponi e Cooper, sostenuti da Sims e Ulano, scavano subito un solco profondo che fiacca la resistenza dei biancorossi. Gambarota corre a dar man forte ai suoi, ed il fortino tarantino crolla. Approccio emotivo evidentemente sbagliato per i padroni di casa, palesemente già proiettati alla prossima settimana e alla doppia gita fuori porta, ad Altamura (sorprendentemente vincitrice contro Nardò) ed Ostuni. Ottima prestazione invece della Valentino Basket, che conferma la sua tradizionale fama di squadra mai doma.

Tabellini

1° q. 20-24; 2° q. 49-43; 3° q.66-61; 4° q. 94-74.

Castellano Udas Cerignola: Tredici e Ulano 3, Leo 13, Gambarota 8, Scarponi 17, Marchetti 7, Cooper 21 Sims 22.

Valentino Castellaneta: Buono, Wright-Nelson e Novovic 15, Resta 12, Patella 7, Cassano 10.

Arbitri Racanelli e Grieco.

Foto Copertina: Sara Angiolino.

CONDIVIDI
  • jack la smorfia

    Con questo allenatore in serie B non andiamo e lo sospettate tutti. E ieri era una squadra che non aveva mai vinto. Ma il nostro gioco lo vedete? Non aggiungo altro

    • Udassino

      Ma non si può sentire un’allenatore dire abbiamo battezzato alcuni giocatori ma gigione sa che a speso oltre due cucuzze si permette il lusso di dire certe cose contro una squadra mediocre come Castellaneta ?