Una gran bella Olimpica tosta e combattiva si deve arrendere contro i padroni di casa dopo una gara in cui i gialloblu non hanno mai mollato. Partono fortissimi i cerignolani che giocano una gran pallacanestro, seppur ancora privi di Pwono. Nel primo quarto mettono a referto 26 punti contro i 18 dei padroni di casa (privi del loro bomber Laquintana). Stessa musica nel secondo quarto i gialloblu si trovano a meraviglia e vanno a più 14. Ma nel finale del secondo quarto Mola, complice un black out dei viaggianti, si riporta a sole due lunghezze sotto 44/42. Purtroppo dopo due minuti dall’inizio del terzo quarto si infortuna seriamente Samojlovic, autore fin a quel momento di 23 punti in 22 minuti di gioco e lascia definitivamente il campo. L’Olimpica molla? Neanche per sogno. Il Mola guidato dai due americani (56 punti in due) cercano di approfittare di una squadra che si trova a giocare due quarti senza i due stranieri. Mantiene il vantaggio ma con l’Olimpica sempre li a due possessi. E anche quando i compagni di squadra portano Mazzilli in braccio fuori dal campo (forte distorsione alla caviglia) l’Olimpica non molla e si gioca la partita fino all’ultimo soccombendo solo alla fine. Finisce tra gli applausi dei tantissimi tifosi che hanno seguito i ragazzi a Mola. Di più a questi ragazzi non si poteva chiedere. Ragazzi che continuano a dimostrare il loro valore e il loro attaccamento alla maglia. Ora si gioca Giovedì alle 20 in casa con la capolista Ostuni e l’infermeria è piena. Ma in casa Olimpica non si molla…mai!

Mola 91 Olimpica 81
18/26 42/44 67/61
Samojlovic 23, Morresi 14, Falcone 14, Mazzilli 5, Cipri 10, Vuovolo 11, Alvisi 4, Boiardi, Dinoia, Torlontano.

CONDIVIDI
  • Sara Cinesca

    La Capolista se ne è andata…..all’aceto!