FOGGIA E ORTA NOVA

Sono stati tratti in arresto in flagranza di reato: un 29enne di Foggia per evasione dagli arresti domiciliari, sottoposto alla misura per detenzione di sostanze stupefacenti, sorpreso fuori dalla propria abitazione; un 37enne, sorvegliato speciale di PS con obbligo di soggiorno, il quale è stato sorpreso alla guida di un’autovettura con patente revocata proprio perché sottoposto alla misura di prevenzione ed un 44enne di Orta Nova il quale si è allacciato abusivamente alla rete elettrica procurando un danno pari a 15.000 euro circa.

I Carabinieri di Foggia hanno tratto in arresto anche MIHAI Titi, rumeno classe 83, bloccato a bordo di un’autovettura in via del salice nuovo, che, a seguito di perquisizione veicolare, è stato trovato in possesso di matasse di fili di rame della lunghezza di 90 metri circa e 90 kg di peso, asportate poco prima lungo la via Castiglione di Foggia, tramite il taglio dei cavi dell’illuminazione pubblica comunale.

Eseguiti, inoltre, quattro ordini di carcerazione a carico di: PRUDENTE Giovanni, classe 72 di Orta Nova, che dovrà scontare la pena di mesi 2 e giorni 20 per furto aggravato in concorso commesso nel 2014; SALZARULO Giuseppe e SALZARULO Francesco, classe 55 e 81 di Orta Nova, che dovranno scontare la pena di anni 3 e mesi 3 per reati fallimentari in concorso; MOUJIB El Idrissi Abbes, Marocchino classe 83, per reati di falsità in certificati e falsità materiale commessa dal privato.

Nel corso del servizio sono stati, inoltre, recuperati in un podere in via Cerignola, occultati in un capannone in stato di abbandono, venti sacchi neri contenenti 700 lettori MP4, la cui provenienza è ancora in fase di accertamento.

SAN SEVERO

Le stringenti attività di controllo del territorio hanno permesso ai Carabinieri di individuare GUERRIERI Daniele, un soggetto di San Severo, e trarlo in arresto in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Corte di Appello di Bari, per due efferate rapine commesse nella stessa cittadina, tra maggio e ottobre del 2013. L’uomo, al termine degli accertamenti di rito, è stato tradotto presso il carcere di Foggia, dovendo espiare un anno e sette giorni di reclusione. Nel prosieguo delle serrate attività di controllo, i militari dell’Aliquota Radiomobile di San Severo hanno tratto in arresto, RENZULLI Gennaro, un 29enne di San Severo per furto in flagranza di reato di un’autovettura. In particolare, il giovane è stato intercettato in via Morandi a San Severo alla guida di una Fiat Panda, asportata poco prima nel Comune di Cagnano Varano. I militari hanno tentato, quindi, di fermarlo, ma lo stesso si è dato a precipitosa fuga a bordo del veicolo. Dopo un breve inseguimento, continuato anche su alcune strade sterrate adiacenti, l’uomo ha abbandonato l’autovettura, tentando di dileguarsi a piedi nelle campagne limitrofe, ma è stato fermato e tratto in arresto.

ASCOLI SATRIANO

Gli uomini della Stazione Carabinieri di Ascoli Satriano hanno tratto in arresto VENUTI Jacopo cl. 95, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare i militari, nell’eseguire un controllo all’interno della villa comunale, hanno trovato indosso al Venuti due pacchetti di sigarette con all’interno varie dosi di cocaina, marijuana ed hashish, oltre che una somma di denaro contante superiore ai 200 euro. È stata quindi perquisita anche l’abitazione del Venuti, all’interno della quale è stato rinvenuto altro stupefacente per un quantitativo totale di 54 grammi di cocaina, 228 di hashish ed 880 di marijuana.

TRINITAPOLI

I militari della locale Stazione Carabinieri hanno tratto in arresto M. D. cl. 83, per detenzione ai fini di spaccio di cocaina e ricettazione. Nel dettaglio, i militari, durante un posto di controllo, hanno sorpreso il giovane in possesso di 2 grammi di cocaina. Durante la perquisizione domiciliare, invece, sono stati trovati circa 70 grammi di sostanza da taglio, grazie alla quale si sarebbe potuto triplicare il quantitativo di cocaina da poter smerciare. Nell’approfondire la perquisizione, poi, all’interno della stanza dell’arrestato è stata rinvenuta una carabina ad aria compressa compendio di rapina perpetrata proprio a Trinitapoli solo qualche giorno addietro, quando un uomo veniva costretto a salire in casa ed a consegnare al rapinatore le proprie armi, tra le quali, per l’appunto, la carabina rinvenuta nella disponibilità del soggetto. Sono in corso ulteriori verifiche per individuare eventuali responsabilità del giovane nella rapina.