Nuovo record per il Parlamento dei Giovani della Puglia. Sono stati 124mila gli studenti pugliesi che hanno partecipato con entusiasmo alle elezioni lunedì 24 ottobre, per votare i 40 studenti che saranno impegnati nella tredicesimo edizione del progetto promosso dal Consiglio regionale d’intesa con l’Ufficio Scolastico Regionale e con la gestione operativa di Farm. Superati i numeri precedenti: 4.000 in più i votanti rispetto allo scorso anno, che pure aveva registrato il primato tra tutte le edizioni, confermando una tendenza alla crescita che negli ultimi anni è divenatta sempre più sensibile.

Foggia-BAT la provincia dove si è votato di più (35.222 elettori), seguita dalla Città Metropolitana di Bari (32.134), da Brindisi-Taranto (29.330) e da Lecce (26.672). Il candidato che ha ottenuto più consensi è stato Gaetano Sedicino (2.384 voti), del Liceo Scientifico “Galilei” di Bitonto. Tra le ragazze, la più suffragata è stata Alessandra Taurisano (2.317 voti), del Liceo Scientifico “Ribezzo” di Francavilla Fontana. Due le conferme: Stefania Longo del “Giulio Cesare” di Bari e Leonardo Detto dello “Zingarelli” di Cerignola. Il nuovo Parlamento dei Giovani è composto da 27 ragazzi e 13 ragazze, ai quali si aggiungeranno 6 studenti in rappresentanza delle Consulte provinciali.

Questi i nuovi parlamentari divisi per province.
Città metropolitana di Bari: Stefania Longo (IISS “G. Cesare” Bari), Simone Lops (scientifico “Fermi” Bari), Fabiola Fumai (IISS “Di Savoia Calamandrei” Bari), Leonardo Nitti (scientifico “Salvemini” Bari), Gaetano Sedicino (scientifico “Galilei” Bitonto), Houda El Assal (IISS “Majorana Laterza” Putignano), Luca Rocco Caringella (Liceo “Cartesio” Triggiano), Umberto Lattanzi (IISS “Simone Morea” Conversano), Saverio Lavenuta e Domenico Elia (scientifico “Tarantino” Gravina di Puglia).

Provincia Brindisi/Taranto: Francesco Mauro (IPSSEOA “Pertini” Brindisi), Mattia De Angelis (IISS “Marzolla” Brindisi), Alessandra Taurisano (scientifico “Ribezzo” Francavilla Fontana), Michael Tortorella (classico “Aristosseno” Taranto), Davide Cardenio (scientifico Battaglini” Taranto), Gaia Chiarelli (LSU “Da Feltre” Taranto), Matteo Caroli (IISS “Majorana” Martina Franca), Giovanni D’Eredità (IPSSS “Lentini Einstein” Mottola), Giuseppe Rossetti (IISS “Einaudi” Manduria).

Provincia Foggia/Bat: Michele Pistillo (ITES “Fraccacreta” San Severo), Ida Pia Tarantino (IISS “Lanza Perugini” Foggia), Maria Soccorsa Orsi (IISS “Pestolazzi” San Severo), Marianna Dente (scientifico “Vecchi” Trani), Ruggiero Grimaldi (classico “Casardi” Barletta), Nerea Paradiso (IISS “Colasanto” Andria), Michele Dell’Aquila (IISS “Galileo Ferraris” Molfetta), Leonardo Scarano (ITE “Toniolo” Manfredonia), Michele Salcuni (IISS “Galilei” Manfredonia), Pasquale Simone (IISS “Einaudi” Canosa di Puglia), Leonardo Detto (IISS “Zingarelli” Cerignola), Nicola Matarrese (scientifico “Righi” Canosa di Puglia).

Provincia di Lecce: Filippo Conte (classico “Palmieri” Lecce), Cosimo Gravilli (scientifico “Banzi” Lecce), Francesco E.M. Leganza (scientifico “DE Giorgi” Lecce), Giulia Ponzo (scientifico “Stampacchia” Tricase), Luigi Russo (scientifico “Don Tonino Bello” Copertino), Andrea Protopapa (IISS “Trinchese” Martano), Elena De Pascalis (LSL “Vallone” Galatina), Maria Sole Caggiula e Victoria Leo (IISS “Quinto Ennio” Gallipoli).

Obiettivo del progetto è incoraggiare i giovani ad essere cittadini attivi nel sistema della democrazia partecipativa proponendo soluzioni ai problemi del territorio, dibattere su temi di grande rilevanza sociale, far vivere agli studenti la vita all’interno di un’istituzione, conoscere i luoghi, le persone, l’organizzazione, scoprire da vicino le regole e i processi di un’istituzione legislativa. La sfida consiste nell’individuare un tema d’interesse regionale per presentare al Consiglio regionale della Puglia la visione dei giovani sull’argomento anche attraverso proposte di legge.

Nelle prime dodici edizioni del Parlamento dei Giovani hanno votato più di 1.300.000 studenti, sono stati eletti 438 parlamentari, che hanno stabilito regole interne scritte nello “Statuto del Parlamento”, nominato le cariche rappresentative, organizzato le commissioni, discusso su diversi temi, presentato 31 proposte di legge e progetti su legalità, parità di diritti, accessibilità, ambiente, turismo, inclusione sociale, intercultura, paesaggio, sempre con uno spirito costruttivo e propositivo, presentando iniziative molto spesso precursori di scelte governative, a testimonianza che i giovani hanno la capacità di guardare avanti, e spesso, più avanti dei “grandi”.

La difesa e la conservazione del paesaggio come elemento indennitario del territorio sono state al centro della passata edizione ed hanno visto gli studenti impegnati in una serie di ricerche e incontri che li hanno portati ad una maggiore consapevolezza delle problematiche e a scoprire che malgrado la Regione Puglia abbia lavorato intensamente nel settore ambientale, producendo una serie di normative, manca un’esplicita e diretta tutela della biodiversità. Da qui la proposta legislativa avanzata del Parlamento dei giovani di istituire una Banca Regionale del Germoplasma, nella quale conservare i semi di tutte le specie autoctone, soprattutto in via di estinzione, in modo da poterle proteggere, salvaguardate e reintrodurre sul territorio.

Tante le iniziative collaterali che hanno visto protagonisti i giovani parlamentari in Italia e all’estero, esperienze che si ripeteranno anche quest’anno. L’attività si svolge attraverso assemblee plenarie organizzate a Bari nell’Aula del Consiglio regionale e settimanalmente attraverso i social network. Tutte le decisioni vengono assunte sulla base di votazioni democratiche e i resoconti di tutte le iniziative, assemblee, incontri, sono pubblicati sul portale del progetto www.parlamentogiovanipuglia.org.