La questione mensa scolastica, nonostante i proclami del Sindaco Franco Metta, rischia di diventare il vero boomerang dell’amministrazione cicognina. Con un comunicato apparso stamane sul sito del Movimento Politico la Cicogna, il Primo cittadino informa sullo stato del nuovo centro cottura dell’azienda Ladisa, annunciando l’inaugurazione ufficiale in data 18 novembre, con conseguente inizio delle attività il successivo 21 novembre, confermando di fatto che dal 3 ottobre 2016, giorno di inizio dell’attività affidata con bando pubblico, all’azienda barese, i pasti non sono stati realizzati nel nuovo centro cottura.

Prendendo atto del video realizzato dalle forze d’opposizione che testimoniava la produzione dei pasti nel centro sito in Zona Industriale, e rimarcando quanto affermato a mezzo nota stampa dalla stessa azienda Ladisa sul proprio profilo facebook, l’equazione è facilissima: se il 21 novembre inizieranno a produrre pasti nel nuovo centro cottura, dal 3 ottobre al 20 novembre i bambini delle scuole cerignolane hanno mangiato e mangeranno pasti prodotti in Zona Industriale. Per dirla con le parole del consigliere comunale Teresa Lapiccirella, stante così le cose, vi potrebbe essere la risoluzione del contratto per «mancata realizzazione o difformità nella realizzazione del progetto gestionale indicato in fase di offerta». Un’ipotesi che, considerando il totale silenzio, si avvia a produrre un nulla di fatto.

  • michele

    VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Costante

    stop alle polemiche sterili e anzi : RINGRAZIATE !

    • gino

      VERGOGNATEVI AVETE MENTITO AI VOSTRI FIGLI…PAGHERETE A CARO PREZZO QUANTO AVETE FATTO!!!!!!!!!!!!!!!

  • Francesco

    Non dire c…te mio figlio sta benissimo e per tanto ringrazio l’amministrazione X non avermi creato problemi con la refezione .