Si è conclusa brillantemente la manifestazione tenutasi lo scorso ottobre (dal 25 al 30) a Carrara, per la Fighters Dibisceglia-Colucci. Il team cerignolano, infatti, in occasione degli Unified World Championships, ha presentato ben 10 atleti, Dilernia Francesco Pio, Calvio Matteo, Rutigliano Carmine, Lastella Morena, il maestro Colucci Domenico, il maestro Dibisceglia Savino, Caprioli Francesco, Traversi Francesco Pio, Caprioli Pasquale, Volpe Angelo, Gabriel Ilie e Dilernia Michele, ottenendo risultati molto più che soddisfacenti, come conferma in esclusiva per lanotiziaweb.it il Maestro Savino Dibisceglia«E’ stata un’emozione continua fin dai primi momenti nei quali siamo approdati qui a Carrara. Questa è un po’ la mia seconda casa, dal lontano 2007, circa 10 anni, di avventure continue e soddisfacenti nella WTKA. Ho dedicato tutto me stesso, cercando di inculcare nei ragazzi quel senso alto di sport e rispetto per l’avversario che sono il sale della nostra disciplina. Questo è l’unico mondiale unificato e parteciparvi è già un grande successo; venire qui, come abbiamo fatto noi, e ottenere delle medaglie significa aver raggiunto il livello più alto possibile. Tanti i team italiani con i quali abbiamo condiviso gioie e dolori, vittorie e sconfitte, sempre certi che la semplice partecipazione sia già un bel traguardo. Se penso ai miei ragazzi, alle medaglie che hanno conquistato, mi si riempie il cuore di gioia e soddisfazione, perché vedo che l’impegno profuso poi paga, ed è ciò che per me conta».

Una manifestazione che ha visto gareggiare 80 nazioni, migliaia di atleti, in uno spazio immenso e affollato di gente. Un torneo molto importante nel quale i ragazzi cerignolani hanno conquistato ben 8 medaglie d’oro, 5 d’argento e 2 di bronzo. Sono 15 in totale i podi che hanno visto protagonisti i sei giovani atleti nazionali della Fighters. «Siamo molto orgogliosi e soddisfatti – racconta il maestro Dibisceglia; con la preziosa collaborazione dei maestri Colucci e Marinaro, e l’impegno dei ragazzi, facciamo sempre il massimo e i risultati lo dimostrano». 

Questo slideshow richiede JavaScript.