“A breve i nostri anziani saranno un po’ meno soli. E Cerignola sempre più vera comunità”. Con queste parole l’assessore con delega alle Politiche sociali, Rino Pezzano, saluta il raggiungimento di un nuovo obiettivo per l’amministrazione comunale: la Regione Puglia ha infatti finanziato la nascita di un Centro diurno assistenziale per anziani autosufficienti e non autosufficienti, destinato a trenta unità giornaliere. Si tratta di una struttura a regime semiresidenziale, la prima sul territorio cittadino, che sorgerà negli edifici “Ex Stalloni, nel quartiere Cittadella, tra via XXV aprile e via Cagliari.

“Il finanziamento ottenuto si inserisce a pieno titolo nelle politiche di attenzione alle fasce più deboli che l’amministrazione comunale sta profondendo a beneficio di una comunità complessa, in cui i bisogni, anche primari, sono in crescita ed all’ordine del giorno” evidenzia Pezzano, per il quale “va a colmarsi un vuoto sul territorio comunale, carente da sempre di strutture dedicate ad una fascia della popolazione mai debitamente attenzionata”.

“Ed è proprio questa rotta che intendiamo invertire – continua l’assessore-, nella convinzione del dovere, anzitutto morale, che abbiamo nei confronti dei nostri concittadini, che hanno diritto ad usufruire di strutture dignitose loro dedicate”. Il Centro diurno sarà dotato di ampi spazi destinati alla quotidianità dei trenta ospiti, con palestra, locali per l’attività riabilitativa e ricreativa all’aperto, camere per riposare e servizio mensa.

La localizzazione presso i locali “ex Stalloni” consentirà, poi, di centrare un duplice obiettivo: riqualificare un complesso storico risalente agli inizi del secolo scorso, oggi in stato di completo abbandono. “Ringrazio l’assessore ai Lavori Pubblici Tommaso Bufano e la consigliera Pasquita Ciani per il lavoro profuso- conclude l’assessore Pezzano- ed auspico una risposta positiva da parte del tessuto imprenditoriale, sì da garantire non solo l’espletamento di un servizio delicato ed indispensabile di cui la comunità necessita, ma costruire insieme quelle opportunità occupazionali che la città anela e che potrebbero restituire valore e dignità a professionalità altrimenti mortificate da una congiuntura difficile per numerose famiglie cerignolane”.

  • Pinuccio Bruno

    Apprezzo la determinazione con cui l’Assessore Pezzano a nome dell’Amministrazione Comunale ha messo in progragramma la realizzazione di un centro per anziani, così come promesso in campagna elettorale. A lume di naso, credo che sarebbe stato più vantaggioso per gli stessi anziani se fosse stato previsto il luogo di svago ed aggragazione presso l’ex Ospedale Tommaso Russo, adoperando momentaneamente parte di esso. Ciò, sia per la reale possibilità di poter meglio interagire col mondo esterno attraverso lo spazio verde ivi esistente, sia per restare a stretto contatto con cittadini di passaggio al fine di sentirsi ancora parte integrante la società civile. E’ proprio il caso di dire: a caval Donato non si guarda in bocca. Meglio che niente! Spero che in futuro, con la presumibile necessità di far fronte ad una maggiore richiesta, il traferimento del “centro” si renda inevitabile.