«Occorre ripristinare con urgenza i necessari livelli di sicurezza a Foggia, nella sua provincia e su tutto il territorio pugliese: lo chiedo nell’interrogazione urgente presentata oggi ai ministri dell’Interno e della Difesa. I fatti avvenuti nella notte tra il 6 e il 7 novembre scorso a Cerignola, dove un commando armato ha bloccato e assalito un pullman della società di trasporti Marozzi, aggredendo uno dei conducenti e rapinando i passeggeri a bordo, assomiglia molto alla storia del grido ‘al lupo, al lupo’. Sono anni che in Puglia, ed in particolar modo nella provincia di Foggia, si susseguono evidenti e ripetuti segnali di una escalation criminale con omicidi, avvertimenti, attentati, ferimenti, rapine. Proprio la situazione di Cerignola è tra le più critiche: qui le forze dell’ordine, secondo quanto evidenziato dagli stessi sindacati di Polizia, non riescono neppure ad utilizzare i mezzi per la carenze di risorse e organici. Questo è il punto dolente: la Capitanata è una delle più vaste aree urbane per estensione, ma la carenza di politiche di sicurezza e di prevenzione sociale è sotto gli occhi di tutti. Le forze dell’ordine, pur svolgendo un lavoro encomiabile, sono costrette ad operare in condizioni di difficoltà e ristrettezza logistica. Una situazione che, con analoghe difficoltà, interessa Comuni come Lucera, San Severo, Manfredonia e l’intero territorio del Gargano. A nessuna delle reiterate denunce, fin’ora, è mai corrisposta da parte del governo nazionale un’azione concreta: si continua a fare orecchio da mercante e, come in questo caso, ad ignorare le sollecitazioni che giungono dal territorio. Cosa aspettiamo, per mettere in condizioni dignitose di operare le forze dell’ordine: che magari ci scappi il morto? Nell’interrogazione urgente ai Ministri chiedo che vengano incrementati personale e risorse  a favore delle forze armate e delle forze di polizia, per mettere in sicurezza le zone interessate dal recente atto criminoso e, più in generale, la provincia della Capitanata. Data l’urgenza necessaria che la grave situazione richiede, propongo di convocare a Foggia il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica».

Lo dichiara in una nota stampa il senatore Lucio Tarquinio, parlamentare pugliese dei Conservatori e Riformisti (i quali hanno presentato una interrogazione anche alla Camera dei Deputati).

IL TESTO DELL’INTERROGAZIONE PRESENTATA DAL SENATORE TARQUINIO

TARQUINIO – Al Ministro dell’Interno e al Ministro della Difesa

Premesso che:

come riportato da diverse testate giornalistiche, la notte tra il 6 e il 7 novembre scorso un commando armato composto da quattro uomini con il volto coperto, a pochi metri dal casello autostradale di Cerignola (Foggia), dopo aver bloccato con due auto di grossa cilindrata un pullman bipiano diretto a Roma della società di trasporti La Viaggi & Turismo Marozzi Srl, Società del Gruppo “Finsita Holding S.p.A., ha aggredito uno dei conducenti e rapinato i passeggeri a bordo;

i rapinatori si sono dovuti “accontentare” della refurtiva dei passeggeri che sedevano al piano terra dell’autobus, in quanto l’intento di proseguire la loro opera al piano rialzato è stato interrotto dall’arrivo di un camion,inducendo i malviventi a fuggire a bordo delle due auto.

Considerato che:

la Puglia è vittima da anni di escalation da parte della criminalità organizzata per lo più dedita alle estorsioni, al traffico di droga e alle rapine;

accanto al lavoro encomiabile delle forze dell’ordine, che operano in una situazione di assoluta difficoltà, dovendo fare i conti con carenze di organico e di risorse economiche, nella provincia di Foggia si registra una assoluta assenza di politiche di sicurezza e di prevenzione sociale;

la situazione è difficile anche a Cerignola, dove, secondo i sindacati di Polizia, non sempre le forze dell’ordine riescono ad utilizzare mezzi a causa della carenze di risorse e organici;

analoghi problemi si registrano anche nel promontorio garganico, nei comuni di Lucera, San Severo e Manfredonia nonostante la Capitanata sia una delle più grandi province italiane per estensione;

Preso atto che:

quelli a cui abbiamo assistito negli ultimi due anni sono stati evidenti segnali di escalation criminale da una parte – con omicidi, avvertimenti, attentati, ferimenti e rapine –  ma anche di disagio sociale dall’altra, due fenomeni che non sono distanti tra loro e che corrono parallelamente;

alle reiterate denunce di questi anni non è corrisposta un’azione concreta da parte del Governo nazionale  alle cui rassicurazioni non sono seguiti fatti tali da determinare almeno un miglioramento delle condizioni di lavoro di forze dell’ordine;

L’interrogante chiede ai Ministri in indirizzo di sapere:

se siano a conoscenza di quanto esposto e in caso affermativo quali iniziative, ciascuno per le proprie competenze, intendano intraprendere per interrompere il costante avverarsi di fatti di grave criminalità e ripristinare i necessari livelli di sicurezza a Foggia, nella sua provincia e su tutto il territorio pugliese valutando in particolare, l’opportunità di incrementare il personale e le risorse  a favore delle forze armate e delle forze di polizia, al fine di mettere in sicurezza le zone interessate dall’atto criminoso,.

se intendano convocare a Foggia il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica con l’urgenza necessaria che la grave situazione richiede.

  • Mr.X

    Pubblicherete anche la risposta di questa interrogazione? Risposta che ha un termine di scadenza?