Una decima giornata della Serie C Silver all’insegna dei derby di Capitanata: per le formazioni ofantine, il bilancio di una vittoria ed una sconfitta. Nuovo sofferto successo per la Castellano Udas: i biancazzurri allenati da Gigi Marinelli hanno superato in rimonta 94-79 l’Angel Manfredonia che, a dispetto delle previsioni della vigilia, se la gioca apertamente per almeno 35′. Le cose migliori le fanno vedere proprio i ragazzi di Gianpio Ciociola, i quali partono benissimo nel primo quarto con un autorevole +10, grazie alla lucidità ed alla precisione di Gramazio e Wright; i padroni di casa dopo un minibreak di vantaggio poco prima, sbandano pericolosamente e si chiude con uno svantaggio di dieci punti (14-24). Anche nel secondo periodo Manfredonia si dimostra più lucido: a suo favore anche un bel po’ di errori della difesa locale, ma Tredici e Gambarota suonano la prima sveglia (31-32) ed il -1 è confermato anche all’intervallo lungo, 41-42. Terza frazione con i sipontini che arrivano al massimo vantaggio (+13), alimentando un possibile colpaccio: l’ingresso di Romano galvanizza la Castellano Udas e Scarponi sale in cattedra insieme al duo Sims-Cooper, recuperando fino a -4 alla penultima sirena (62-67). Ultimi 10′ adrenalinici: Scarponi protagonista con tre tiri dalla distanza che siglano il sorpasso decisivo, Manfredonia si arrende ma a testa alta, pur recriminando su un paio di decisioni arbitrali discutibili. Il 94-79 certifica il successo degli udassini ed il primato solitario in classifica, vista la sconfitta ieri di Ostuni a Nardò. Breve riposo, perché incombe l’infrasettimanale di giovedì contro la rivelazione Monopoli, sconfitto a Mola.

Quarta sconfitta di fila per l’Olimpica Basket: i gialloblu allenati da Giovanni Gesmundo hanno ceduto 94-74 alla Sunshine Vieste, in una gara che aveva visto gli ofantini cominciare bene ed ottenere un primo mini-break (8-13), con Saimoilovic e Morresi ispirati. La sponda garganica risponde con il duo Neal-Simeoli e riguadagna terreno, al primo quarto chiude avanti 28-23. Dal secondo in poi, Vieste detta legge, ed approfittando dei troppi errori avversari dilaga fino al compimento della gara. Non basta la buona volontà dei gialloblu per cercare di sopperire all’assenza di Pwono (con l’americano in campo sarebbe stato tutt’altro match, ndr), ma non vi è dubbio anche su un ulteriore passo indietro sul gioco, rispetto alla prova casalinga contro l’Adria Bari. E’ chiaro che da ora in poi l’obiettivo della salvezza diventa di primaria importanza per l’Olimpica: imperativo porre un freno ad una serie negativa di risultati che inizia ad esser lunga. Poco tempo per rimarginare le ferite, anche perché bisogna preparare l’infrasettimanale di giovedì, in trasferta a Ruvo, vittorioso sul Castellaneta per 81-71.

CLASSIFICA ALLA DECIMA GIORNATA

Castellano Udas Cerignola 18; Cestistica Ostuni 16; Mola New Basket, Virtus Ruvo di Puglia, Nuova Pallacanestro Nardò, Action Now! Monopoli 14; Nuova Pallacanestro Ceglie, Libertas Altamura 12; Olimpica Ecodaunia Cerignola, Diamond Foggia, Tamma Angel Manfredonia 8; Sunshine Bk Vieste, Francavilla 6; Valle d’Itria Martina Franca 4; Valentino Castellaneta, Adria Bari 2.

CONDIVIDI
  • Cino Sara

    Dal sole che rideva (che bel sole) al pupazzo di neve (brrr che freddo) il passo è stato breve!

    • Sara cinesca

      Previsto ulteriore abbassamento di temperatura nella giornata di giovedì,specie in tarda serata!