Risale a ieri sera l’ennesimo episodio di violenza avvenuto a Cerignola. Questa volta ed essere presa di mira è stata una tabaccheria in zona Sant’Antonio, zona in cui la scorsa estate vi fu un conflitto a fuoco fra Poliziotti e alcuni malviventi che tentarono di rapinare il proprietario della stessa tabaccheria. Ieri sera, intorno alle ore 18:15, due individui, incappucciati, facevano irruzione all’interno della tabaccheria. Dopo aver minacciato il proprietario si facevano consegnare l’incasso, per poi fuggire per le vie adiacenti e far perdere le loro tracce.

Immediato l’intervento di una Volante del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cerignola, i cui operatori, dopo aver visualizzato le immagini del sistema di video sorveglianza, diramavano alcuni fotogrammi che ritraevano i malfattori, sul gruppo Whatsapp di tutti gli appartenenti al medesimo Commissariato P.S. creato ad hoc per essere utilizzato in queste occasioni. Grazie alla collaborazione di tutti gli appartenenti al Commissariato P.S. di Cerignola, l’identificazione dei due autori della rapina non tardava ad arrivare, consentendo agli operatori della Volante intervenuta sul luogo della Rapina di porsi alla ricerca dei due malfattori.

vid-20161115-wa0011_002Tenuto conto della vastità del territorio cerignolano, consapevoli che la ricerca dei due malviventi sarebbe risultata difficile con una sola Volante in zona, dopo un celere passaparola mediante l’utilizzo dello stesso servizio di messaggeria digitale, numerosi poliziotti, liberi dal servizio, si presentavano presso il Commissariato di P.S., ponendosi a disposizione del dirigente per contribuire con i loro colleghi alla ricerca dei delinquenti, senza nulla pretendere, solo per dare una risposta immediata alla comunità cerignolana. La collaborazione dava i suoi frutti; infatti, i due malfattori venivano rintracciati, in luoghi diversi, quando già si erano cambiati gli abiti che indossavano durante la rapina, e condotti presso i locali del Commissariato P.S. di Cerignola.

La successiva perquisizione presso le proprie abitazioni permetteva di rinvenire tutto l’abbigliamento utilizzato per compiere la rapina, opportunamente sequestrato e posto a disposizione dell’A.G. procedente. Si tratta di due incensurati, A.V., di anni 25 e F.C., di anni 20, che, considerato il loro stato di incensurati, vista la trascorsa flagranza nel momento in cui venivano bloccati, venivano denunciati a P.L..

CONDIVIDI
  • SAVINO

    FOTO, NOMI E COGNOMI PER INTERO. TUTTI DEVONO SAPERE CHI SONO.

  • pietro

    Uno dei due famiglia apposto per soddisfarsi dei suoi vizi di pizzerie e i mortacci loro arrivano a fare questo…e vanno di mezzo la famiglia

    • Francesco

      Caro Pietro…
      Prima cosa non stare a vedere le cose che faccio io e dove vado io goditi un po della tua vita e poi non parlare dietro profili che non si vede chi sei XK io so chi sei e tu sai chi sono io ti faccio vedere le fiamme dentro la camera da letto tua tu lo sai la paura come piangi

    • Francesco

      Allora prima che succede quello che o detto XK se succede poi non ti faccio parlare più stai zitto e goditi la vita ca si guaglion e un’altra cosa a rubare vedo io no tu quindi so io dove spendere i soldi non me li dai mica tu
      Il sottoscritto
      Francesco Compierchio

  • on.trombetta

    Cacchio fanno rapine è stanno già in giro? Invito le forze dell’ordine a pestarli a sangue e lasciarli dove li hanno trovati.

    • Dottor Pantalone

      …………………..;cosi poi insorge la SINISTRA il PD ed i poliziotti si fanno 25 anni di carcere all’ Asinara.

      • on.trombetta

        Ma quando mai, franco il barese ne ha sfasciati parecchi, quando solo lo vedevano cambiavano colore!

        • Dottor Pantalone

          Prima, qui si parla di oltre 20 anni fa. Prova ora.

          • on.trombetta

            I poliziotti non fanno galera, come i malavitosi del resto…

  • Un GRAZIE dovuto alla Polizia

    Nessuno ha scritto niente, ma sono rimasto nel leggere questo:
    “dopo un celere passaparola mediante l’utilizzo dello stesso servizio di
    messaggeria digitale, numerosi poliziotti, liberi dal servizio, si
    presentavano presso il Commissariato di P.S., ponendosi a disposizione
    del dirigente per contribuire con i loro colleghi alla ricerca dei
    delinquenti, senza nulla pretendere, solo per dare una risposta
    immediata alla comunità cerignolana”

    Ecco cari poliziotti io vi dico GRAZIE. GRAZIE veramente e di cuore per quello che fate e avete fatto in questa situazione.
    Sono gesti da ammirare e che dovrebbero far riflettere noi stessi come cittadini che puntualmente, quando succede qualcosa, ci nascondiamo dietro un muro di omertà e indifferenza e scarichiamo tutto su Polizia e Carabinieri pretendendo poi chissà cosa.
    E dovrebbero far riflettere anche la stessa amministrazione sui tanti modi per combattere la criminalità partendo dalle piccole azioni, anche volontarie, anziché limitarsi a inoltrare segnalazioni a enti e autorità superiori e attendere… continuando a far subire a noi cittadini ogni tipo di crimine. Per non parlare della nominata a livello nazionale che ormai abbiamo.

    Ancora grazie di cuore alla Polizia di Cerignola.

    • BEVIAMOCAFFE’

      CERTO, GRAZIE DI CUORE ALLA POLIZIA.

      • damy

        Grazie alla polizia , e coraggio alle vittime .

    • on.trombetta

      Mi associo

  • Onesto

    Non disperatevi non vi affannate che non si defila nessuno . Siate sereni che si concluderà questo quinquennio e anche l’altro è poi l’altro è poi…….