Attesissima gara infrasettimanale per la Castellano Udas, attesa ad una immediata verifica dopo la prova non del tutto convincente contro Manfredonia. L’avversario di turno è quel Monopoli che si presenta al Pala Di Leo con un ruolino di marcia di tutto rispetto, e con un quinto posto in classifica che ha destato stupore in più di un addetto ai lavori. Coach Marinelli vuole dare intensità alla fase difensiva e manda di guardia Gianni Gambarota, con Cooper in cabina di regia Marchetti all’ala ed il duo Sims/Leo a gestire il corpo a corpo sotto i tabelloni. Coach Centrone gli contrappone la sua miglior formazione con Gentile, Gibbs, Calabretto, Giovinazzi ed Hamilton, in marcatura diretta. Le parole di coach Marinelli dei giorni scorsi vengono subito tradotte in fatti dai suoi, molto attenti alla fase difensiva specie grazie alla grande pressione di Gambarota sul ‘motore’ avversario rispondente al nome di M.J. Gibbs. Ma anche l’efficienza offensiva dei Cannibali va subito al massimo livello, con Sims e Gambarota in grande evidenza. Dall’altra parte Hamilton mostra tutta la sua bravura nel corpo a corpo, mentre dalla distanza Gibbs evidenzia tutte le sue grandi doti realizzative. Ma si vede subito che non è una grande serata per i baresi.

Dopo la prima sirena, giunta con i biancazzurri su un convincente più sei, i Cannibali ingranano la quinta marcia e prendono il volo. Scarponi, nell’inedito ruolo di ala forte, oltre alla sua proverbiale efficacia dall’arco, mette in mostra le sue doti in penetrazione, e sfodera un secondo quarto che per gli avversari è un autentico spezzagambe. Capitan Tredici decide di accompagnarlo su entrambi i fronti del campo, e Monopoli arranca in evidente difficoltà, con il distacco che va aumentando a vista d’occhio. Calabretto e Gibbs fanno tutto ciò che possono, ma a metà gara è già chiaro che per gli ospiti ci sia poco da fare con soli 33 punti messi a referto. I Cannibali non si accontentano neanche dei 17 punti di vantaggio di fine tempo, e nel terzo quarto affondano i colpi contro un avversario palesemente sfiduciato. Gambarota, Sims e Scarponi continuano a mietere vittime nella metà campo avversaria, mentre in cabina di regia Romano non fa rimpiangere Cooper, tenuto prudenzialmente a riposo. Liaci e Mitrotti tengono in vita i baresi, ma è ancora troppo poco.

L’ultimo quarto, aperto con un eloquente più 27, si disputa solo per dovere regolamentare, con tutti i biancazzurri a referto, Marchetti a sfiorare la tripla doppia (peccato per i “soli” 9 assist), e Scarponi impegnato nel suo ‘season high’. Attenzione ora tutta rivolta alla gara di cartello di domenica sera sul parquet del Pala Pinto di Mola.

TABELLINI

1° q. 26-20; 2° q. 50-33; 3° q. 76-49; 4° q. 97-78

Castellano Udas Cerignola: Romano e Leo 4, Scarponi 31, Sims 14, Cooper 7, Gambarota 12, Marchetti e Tredici 10, Jovanovic 2, Ulano 3.

Action Now Monopoli: Stomeo 3, Gibbs 23, Liaci e Mitrotti 13, Calabretto, Giovinazzi, Sabato e Barnaba 2, Hamilton 18

Arbitri F. Menelao e N. Crudele.

 

CONDIVIDI