La 12ma giornata della Serie C Silver ha visto un nuovo importante successo per la Castellano Udas. I biancazzurri di Gigi Marinelli hanno battuto in trasferta Mola per 81-90: non inganni il risultato, poiché ancora una volta è stata una prestazione molto sofferta per la capolista del torneo. Subito in apertura la Castellano Udas piazza un minibreak (4-10) con Marchetti e Sims, unitamente a Cooper e Gambarota a tenere sotto controllo il reparto difensivo; i baresi recuperano lo svantaggio arrivando fino a -2 con il duo Musci-Washington. L’ingresso di Scarponi fa capire in che direzione si metterà la gara: alla chiusura del primo quarto, ospiti avanti 17-21. Nei primi due minuti del secondo periodo, Mola gioca meglio ed effettua il sorpasso con Clemente: Cooper e Gambarota non ci mettono molto a riportare il risultato dalla loro parte, tant’è che entrambi registreranno percentuali di tutto rispetto. Il match si mantiene incerto, con i padroni di casa che tengono sotto pressione i quotati avversari: all’intervallo lungo Mola 40-Castellano Udas 42. Fra i molesi sale in cattedra Ferilli per il 42-42, gli udassini rispondono con un Leo tutto fare: anche Sims è fra i migliori per evitare il ritorno dei rivali, non disdegnando giocate efficaci. Solo nell’ultimo quarto, a pochi secondi dalla fine, Scarponi chiude i conti definitivamente: prossimo impegno in casa domenica 27 contro Martina Franca, vittorioso sul Castellaneta 65-54.

Per l’Olimpica Basket è arrivata una sconfitta ad opera di Nardò per 66-102, ma l’aspetto giocato passa in secondo piano, per due episodi che si sono verificati durante l’incontro. Nel primo, l’auto dei due direttori di gara è stata danneggiata per un tentativo di furto; nel secondo episodio il pulmino degli ospiti si è ritrovato con uno specchietto frantumato e una gomma squarciata. Fatti sui quali la società gialloblu e la Castellano Udas hanno espresso sulle rispettive pagine Facebook la loro completa solidarietà al sodalizio neretino e la più ferma condanna degli atti deprecabili avvenuti. Sul piano del gioco, Nardò ha dominato la gara, mentre i padroni di casa sia pur con le ben note assenze non hanno potuto fare più di quanto auspicato. Va comunque elogiato lo spirito battagliero con cui gli ofantini si sono battuti: prossimo impegno ad Altamura, beffato nel finale da Monopoli 70-68.

CLASSIFICA ALLA DODICESIMA GIORNATA

Castellano Udas Cerignola 22; Nuova Pallacanestro Nardò, Cestistica Ostuni 18; Nuova Pallacanestro Ceglie, Action Now! Monopoli 16; Virtus Ruvo di Puglia, Mola New Basket 14; Libertas Altamura 12; Tamma Angel Manfredonia, Francavilla, Olimpica Ecodaunia Cerignola, Diamond Foggia 10; Sunshine Bk Vieste 8; Valle d’Itria Martina Franca 6; Valentino Castellaneta 4; Adria Bari 2.

CONDIVIDI