I Carabinieri della Compagnia di Cerignola hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio che ha consentito di trarre in arresto nove soggetti. Il primo è stato operato nei confronti di MERLICCO Francesco, cerignolano cl. 72, responsabile del reato di evasione. Nello specifico il malfattore, detenuto in regime di arresti domiciliari per il reato di resistenza a Pubblico ufficiale, veniva sorpreso per le strade del quartiere “Torricelli”, in violazione della misura cautelare.

Altro arresto è stato operato nei confronti di RISPOLI Cataldo, cl. 94, responsabile di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare i militari, dopo accurati e mirati servizi di osservazione, controllo e pedinamento, hanno sorpreso il malfattore nel momento in cui cedeva dell’hashish ad un altro giovane; gli operanti procedevano anche ad immediata perquisizione domiciliare, rinvenendo ulteriori 16 grammi della predetta sostanza stupefacente.

I Carabinieri hanno poi tratto in arresto STELLA Vincenzo, cl. 82, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere poiché, già detenuto agli arresti domiciliari per associazione a delinquere, era stato più volte sorpreso dagli operanti mentre violava degli obblighi cui era sottoposto.

I Carabinieri hanno arrestato inoltre sei cittadini rumeni, di età compresa tra i 18 e i 33 anni. Gli stessi erano stati sorpresi in un fondo agricolo mentre stavano raccogliendo delle olive. In particolare, i militari, dopo un breve inseguimento, riuscivano a bloccarli e a recuperare le olive già raccolte in alcuni sacchi, del peso di circa 4 quintali, restituite in seguito al legittimo proprietario. Nel corso del medesimo servizio, infine, i Carabinieri recuperavano un autocompattatore asportato da un’azienda agricola in provincia di Bari che veniva successivamente restituito al legittimo proprietario.