L’ondata di criminalità che sta invadendo Cerignola ha portato le forze dell’ordine presenti in città ad effettuare controlli e perquisizioni di interi quartieri, al fine di arginare i fenomeni delinquenziali che hanno scosso l’opinione pubblica.

img-20161122-wa0001L’operazione ha avuto inizio martedì scorso con diverse perquisizioni domiciliari e controlli, a carico di pregiudicati ritenuti elementi vicini ai personaggi che in quest’ultimo periodo hanno compiuto rapine in danno di autotrasportatori e autovetture di grossa cilindrata. Nello specifico, in quella giornata, si effettuavano 12 perquisizioni domiciliari che portavano al rinvenimento di circa 250 gr. di hashish, 12 gr. di cocaina e 200 gr. di marijuana, il tutto già suddiviso in dosi e pronte per lo smercio. Nella stessa giornata, un ragazzo veniva segnalato alle autorità competenti per uso personale di sostanza stupefacente in quanto, durante un controllo, veniva trovato in possesso di una dose di sostanza stupefacente del tipo marijuana;

L’apice dell’operazione interforze si raggiungeva nella giornata di ieri 25 novembre, quando le forze di  polizia facevano irruzione all’interno del quartiere denominato “Gran Sasso”, bloccando tutte le vie di fuga, ed effettuavano 23 perquisizioni domiciliari a carico di elementi di spicco delle criminalità, nonché il controllo di tutti gli stabili presenti, al fine di rinvenire armi e sostanza stupefacente.

dsc_1264Nel corso dell’operazione due persone venivano arrestate, rispettivamente per Spaccio di sostanza stupefacente e resistenza a P.U., tre persone venivano denunciate in stato di libertà, in particolare T.G., classe 1971, veniva denunciata per ricettazione perché, durante una perquisizione domiciliare, veniva trovata in possesso di un Tablet provento di rapina in danno di un automobilista, avvenuta lo scorso mese di maggio sulla S.S. 16 bis; B.D., classe 1979, veniva denunciato a P.L. in quanto veniva trovato alla guida di un veicolo, con la patente sospesa. Da un controllo all’interno dell’autovettura gli agenti rinvenivano un bastone di grosse dimensioni, una pistola giocattolo e un fucile da pesca con fiocina inserita; pertanto denunciato alle autorità competenti.

dsc_1246Nel corso delle perquisizioni, all’interno di un garage, si rinveniva diverso materiale archeologico che veniva opportunamente sottoposto a sequestro, con la denuncia a P.L. di D.M, classe 1966 alle autorità competenti.

Durante il controllo all’interno di tutti i garage presenti e di tutti gli stabili, si riusciva a rinvenire e a sottoporre a sequestro complessivamente 2 kg di sostanza stupefacente del tipo hashish, 1,5 KG di marijuana, 200 grammi di marijuana e 32 gr. di cocaina, il tutto pronto per essere smerciato, occultato nei vani ascensori o nei vani tecnici posti sul terrazzo.

Nelle medesima operazione venivano controllati oltre 100 box, tutti gli spazi condominiali, 325 veicoli e 184 persone.

Questa, per il momento, è la risposta dello stato che è stata data alla lunga scia di atti criminali che ha invaso nell’ultimo periodo la città di Cerignola, ottenendo considerevoli risultati investigativi. Appare rilevante la circostanza che, a meno di dieci giorni da analogo servizio svolto dalla locale Compagnia Carabinieri nel medesimo quartiere, si siano ottenuti i suddetti risultati che mettono in evidenza la sfrontatezza dei criminali locali.

  • Schifato

    I commentatori cretini con D.N.A….alterato,non si fanno ancora vivi.. strano! forza scrivete cazzate contro le Forze dell’Ordine…come ha fatto il valoroso comandante della polizia locale delvino (non merita le maiuscole)altrimenti non raggiungerete l’orgasmo!

  • peppino5stelle

    un grade GRAZIE ALLE FORZE DELL’ORDINE. adesso passiamo al setaccio tutti I MACCHINONI CHE CIRCOLANO GUIDATI DA NULLAFACENTI SENZA REDDITO…..

    • Pasquale l’ ingegnere

      Il marcio in Italia vien dall’alto. Le Forze dell’Ordine fanno il loro lavoro, un bravo ed un grazie. Io credo che anche il POPOLO debba fare la sua parte, più collaborazione con le Forze dell’ Ordine. Chi collabora non é INFAME, ma chi vuol vivere sulle spalle degli altri si. Non vogliamo parassiti.

      • PIPPO

        OTTIMO FORZE DELL’ORDINE. I CITTADINI NON IMMAGINATE QUANTO VI RINGRAZIANO.
        CI VORREBBERO PIU’ SPESSO DI QUESTI CONTROLLI.
        SONO IMPORTANTI ANCHE LE INDAGGINI FATTE IN SILENZIO E DI NASCOSTO.
        CI SONO IN GIRO PERSONAGGI PERICOLOSI, CHE MINACCIANO PESANTEMENTE. SE QUESTI NON VENGONO PRESI COME FANNO I COMUNI CITTADINI A DENUNCIARE?

    • MINO

      INFATTI MACCHINE GROSSE CON TARGA CON RIQUADRO ROSSO. MA CHE SONO RUMENI? SE UNO HA I SOLDI LA MACCHINA GRANDE LA COMPRA NORMALMENTE. QUESTI ESALTATI IGNORANTI CREDONO CHE CON LA GROSSA AUTO SONO PIU’ BELLI, NON SI RENDONO CONTO CHE SONO SOLO PIU’ IGNORANTI E DEFICIENTI

  • on.trombetta

    Quess è proprij nu paes d merd! Tott arrubbe’ vann e fess a chi fateg! Arrcurdatv la stezza’ cuntenuj spacc la pret, sno’ i mgghier vostr anna fe i bucchen all’avvuct

    • silvano

      e mghiert crno i foc gia i bukken?

      • on.trombetta

        Che tin la cod d pagl

      • on.trombetta

        Crnto’

        • ANTONIO

          MA VE FE MOK A KITESTRAMELAMURTACC CA TIN

          • on.trombetta

            Attekkitemmurt nfamo’

          • on.trombetta

            Figghij d crno’ e pizz d mme’ ommemmerd e uappecarto’ vomt d purc

          • on.trombetta

            Mamt fc i bucchen allamec zzzo’ ghe g dc

          • on.trombetta

            A cape’ t oh ommemmerd chi se oh fatt a canosc mongolo’

          • on.trombetta

            Ca’ t romp u colul a te e chi t vn appriss ue’ scmnidd da di sold

  • on.trombetta

    Crnto’ vou ngaler e i corn arrevn fin u duom d cerignol hahahahahaha

  • on.trombetta

    Dovrebbero metterli tutti in galera, mazzate tutti i giorni sulle ginocchia, cosi vediamo se continuano a fare i PARASSITI.