Pareggio pesantissimo per l’Audace Cerignola in casa del Team Altamura: sotto di un gol ed in inferiorità numerica dalla mezzora del primo tempo, gli ofantini hanno la forza ed il carattere di rimontare, portando via un punto dal “D’Angelo”. Farina reinserisce Sakho in difesa, Carmine Marinaro in mediana e Ladogana con Oliva in avanti, in un 3-4-2-1. Di Maio per il Team Altamura sceglie un 3-5-2 ma dalle spiccate caratteristiche offensive, tant’è che al tandem Rana-Del Core si aggiungono in fase di spinta Di Senso e Sisalli. L’Audace Cerignola si presenta col sinistro alto di poco di Oliva al 3′ su passaggio di Martinez: buona la partenza degli ospiti, poi man mano escono fuori i biancorossi. Sisalli raggiunge la palla nei pressi della bandierina, si accentra e fa partire una conclusione fuori bersaglio; ben più importante l’occasione al 26′, quando una lunga azione avviata da Di Senso vede Del Core superare Roberto Marinaro: la palla è destinata ed entrare in porta ma è strepitoso il recupero sulla linea di Ciano che salva, nonostante le accese proteste dei padroni di casa. L’undici di Di Maio non sembra risentire dell’impegno di coppa e preme un Cerignola in difficoltà specie a centrocampo: da un lungo lancio, Rana si invola verso l’area avversaria, Sakho lo stende e lascia in dieci i suoi al 32′. Farina toglie dal campo Ladogana per Matera, non modificando l’assetto. Di Senso è fra i migliori e prova a superare Marinaro, senza riuscirci, tuttavia l’ultimo cenno di cronaca della prima frazione è dei gialloblu, con Oliva a spedire sopra la traversa una palla vagante in area.

In avvio di ripresa Cappellari rileva Oliva, pochi istanti dopo Matera atterra Logrieco ed il sig.De Angeli indica il dischetto, lasciando qualche perplessità sulla fallosità dell’intervento del difensore. Lo stesso centrocampista altamurano infila Marinaro, il quale aveva anche intuito il lato giusto, ma deve raccogliere la palla alle sue spalle. Situazione ideale per i baresi, i quali sembrano voler addormentare la partita: invece, al minuto 61, Carmine Marinaro inventa e lancia la sfera a centroarea. Morra non ci arriva, a rimorchio c’è Russo che si infila fra le maglie della difesa locale e supera con gran freddezza Keita per la gioia degli almeno 400 tifosi ofantini. Il Cerignola invoca un penalty per un contatto sospetto fra Russo ed un difensore, sul quale l’arbitro sorvola, prima di richiedere l’intervento dei sanitari per crampi: il fischietto della sezione di Milano riprenderà a dirigere il match, anche se non al massimo della condizione. Ora è l’Audace a prendere fiducia, approfittando di un Team Altamura scarico fisicamente: cross di Morra dalla sinistra, arriva di gran carriera Cappellari per un colpo di testa bloccato dal portiere murgiano. Di Senso spezza un po’ il ritmo, il suo sinistro però è di parecchio fuori misura. All’86’ si ristabilisce anche la parità numerica: Dibenedetto stende Morra ed è il secondo giallo, Dipasquale subentra a Russo per agguantare il colpaccio. Un proposito di un soffio non centrato al 93′, col sinistro al volo di Cappellari a lambire il palo alla sinistra di Keita. Altri quattro minuti di extratime, ma non accade più nulla: il Cerignola dei rocciosi Altares, Pollidori e Martinez esce indenne da una trasferta assai complicata, con un Altamura che ha confermato le ottime impressioni sul suo conto.

Al vertice della classifica tutto immutato: pareggiano le prime sei e distacchi quindi invariati. Domenica prossima, la formazione cerignolana riceverà la Molfetta Sportiva al “Monterisi”, in attesa delle prime novità del mercato dicembrino.

TEAM ALTAMURA-AUDACE CERIGNOLA 1-1

Team Altamura: Keita, Montrone, Colaianni, Montemurro, Morea (84′ Ostuni), Dibenedetto, Di Senso (87′ Cannito), Logrieco, Del Core, Rana, Sisalli (97′ Fernandez). A disposizione: Petruzzelli, Lede, Natale, Tragni. Allenatore: Gennaro Di Maio.

Audace Cerignola: Marinaro R., Sakho, Russo (88′ Dipasquale), Pollidori, Ciano, Altares, Martinez, Marinaro C., Morra, Ladogana (39′ Matera), Oliva (50′ Cappellari). A disposizione: Vurchio, Schiavone, Lasalandra, Rinaudo. Allenatore: Francesco Farina.

Reti: 51′ Logrieco rig. (TA), 61′ Russo (AC).

Ammoniti: Morea, Dibenedetto, Del Core (TA); Russo, Morra (AC). Espulsi: al 32′ Sakho (AC) per fallo da ultimo uomo, all’86’ Dibenedetto (TA) per doppia ammonizione.

Angoli: 5-1. Fuorigioco: 4-2. Recuperi: 3′ pt, 7′ st.

Arbitro: De Angeli (Milano). Assistenti: Morea (Molfetta)-Maci (Lecce).

CLASSIFICA ALLA DODICESIMA GIORNATA

Bitonto 29; Audace Cerignola 27; Team Altamura 26; Casarano 22; Atletico Vieste 21; Barletta 19; Noicattaro, Otranto 18; Unione Calcio Bisceglie 17; Novoli, Gallipoli (-2) 12; Molfetta Sportiva, Avetrana 10; Pro Italia Galatina 9; Hellas Taranto 8; Vigor Trani 2.

  • Mario

    Non vi illudete con quella specie di allenatore forse riuscirete a salvarvi….cacciatelo!!!!!!