Non riesce a sfatare il tabù casalingo l’Asd Udas Volley, che viene battuta dalla Giocoleria Virtus Potenza tra le mura amiche per tre a uno (25-27/25-18/17-25/23-25). Un primo set perso dopo che la formazione ofantina era stata in vantaggio anche di sei punti, il riscatto nella secondo periodo e poi, come accaduto in precedenza, black out nelle successive frazioni di gioco. Mister Roberto Ferraro non cambia la formazione vincente della scorsa giornata: diagonale formata dal palleggiatore Calcabrini e dall’opposto V. Petruzzelli, al centro Lanzone e Zoccola, i laterali Campanale e Civita e i liberi Calitri e Raffaele. La Virtus Potenza, allenata da Fabrizio Marano, scende in campo con il regista Brienza e l’opposto Sette, i centrali Hoxha e Peluso, gli schiacciatori Lomurno e Starace e il libero Benedetto.

Il filo d’equilibrio di inizio gara si spezza grazie all’ottima difesa degli udassini, con tre muri consecutivi (due del centrale Zoccola e uno di Calacabrini). L’Asd Udas Volley riesce a mantenere un cospicuo vantaggio, grazie alla precisione degli attaccanti ma, verso la fine del set, subisce la rimonta degli ospiti che riescono ad impattare sul 19 pari. Mister Ferraro mischia le carte inserendo F. Petruzzelli per Campanale e cambia la diagonale con Del Vescovo e Bartoli. Si gioca punto a punto: gli ofantini annullano anche due set point, poi capitolano ai vantaggi. Per il secondo set Ferraro decide di insistere con la formazione che ha iniziato la gara. Gli udassini partono con il piglio giusto, decisi a pareggiare i conti. I lucani provano una timida reazione, ma questa volta il muro e la ricezione ofantina reggono fino alla fine (Calcabrini gioca tanti primi tempi) e la battuta mette in difficoltà gli avversari. Dopo il primo time out tecnico, Lanzone e compagni gestiscono il vantaggio e portano a casa il set senza patemi d’animo.

L’inizio della terza frazione è un incubo per l’Asd Udas Volley, nonostante il pareggio raggiunto. La Virtus Potenza si porta in men che non si dica in vantaggio di 10 punti: un gap troppo difficile da colmare. La spinta del pubblico e una tiepida reazione non cambiano il destino del set e i lucani vanno di nuovo in vantaggio computo totale. C’è aria di riscatto nelle prime battute del quarto periodo ma, dopo il primo time out tecnico, i lucani prendono di nuovo il sopravvento (11-19). Del Vescovo subentra a Clacabrini, Mancini a Zoccola e F. Petruzzelli per Campanale: gli udassini provano l’incredibile rimonta, arrivando a meno uno per i vantaggi (annullate quattro palle match), ma i lucani riescono a mettere a terra il pallone decisivo che decreta la quarta sconfitta per l’Asd Udas Volley tra le mura del ‘Pala Dileo’.

“Non abbiamo trovato la continuità sperata – commenta Ferraro a fine gara – e poi alcune individualità hanno giocato al di sotto dei propri standard. Dobbiamo avere maggiore fiducia nei nostri mezzi”. Il prossimo match, valido per l’ottava giornata d’andata, è in programma domenica 4 dicembre a Gioia del Colle. “Affronteremo una delle corazzate del girone – afferma il tecnico udassino – ma noi proveremo a metterli in difficoltà”.

CONDIVIDI