Incessante l’attività di prevenzione e repressione che le forze dell’ordine stanno mettendo in campo per contrastare i fenomeni criminali che hanno afflitto Cerignola negli ultimi periodi.
Ed è proprio durante queste attività che, durante la notte fra lunedì e martedì scorso, una volante della Polizia di Stato intercettava, all’altezza della rotatoria posta in via Scuola Agraria, due autovetture. La prima già nota agli uffici di polizia, con a bordo due pregiudicati Cerignolani dediti al furto di autoveicoli, mentre l’altra da poco segnalata come veicolo provento di furto. Immediata la reazione dei Poliziotti che invertivano il senso di marcia e si ponevano all’inseguimento dei due veicoli. Durante le fasi dell’inseguimento il conducente del veicolo che fungeva da staffetta si faceva superare dal veicolo rubato, in modo da ostacolare l’intervento della volante, sbarrandogli addirittura la strada. Tentativo risultato vano, in quanto la volante riusciva comunque a superare l’ostacolo e ad inseguire il veicolo rubato che veniva raggiunto dopo un inseguimento per le vie della città. Il conducente del veicolo provento di furto, una nuovissima Ford C-max, veniva bloccato dopo un breve inseguimento a piedi e dichiarato in stato d’arresto, mentre l’autovettura veniva riconsegnata al proprietario, cittadino del vicino comune di Barletta che ancora doveva accorgersi del furto della sua autovettura.

Per quanto concerne il conducente ed il passeggero dell’autovettura che aveva tentato di ostacolare la volante della Polizia di Stato, questi venivano denunciati a P.L., in stato d’irreperibilità.

L’arrestato veniva identificato per MUSICCO Saverio, classe 1969, il quale, dopo le formalità di rito, veniva accompagnato presso il proprio domicilio, in regime di arresti domiciliari, così come disposto dall’autorità giudiziaria competente. I denunciati risultano essere R.M. classe 1989 e R.F., classe 1985, già noti alle forze dell’ordine.