“Semafori spenti, strade dissestate, vigili alla scrivania invece che davanti alle scuole, Cerignola come il vecchio west sotto lo schiaffo della microcriminalità, eppure in circa 30 giorni l’uomo solo al Comando della Polizia Municipale, dott. Francesco Delvino, è in grado di spendere 100mila euro in interventi che nulla hanno a che vedere con la sicurezza stradale”, fanno sapere il capogruppo del PD Daniele Dalessandro e la Consigliera PD Teresa Cicolella.

“L’antipasto – continuano i consiglieri – è servito il 28 ottobre u.s. con la pubblicazione della determinazione dirigenziale n. 887 con cui il super Comandante impegna la cifra di 2.500 €, per un corso di formazione di 3 giorni da svolgersi a Riccione. Succoso il primo piatto, con determinazione dirigenziale n. 947 del 14.11.2016 si affida direttamente alla Azienda I-Tel di Roma, alla modica cifra di 39.900,00 € (appena sotto soglia) + IVA, per un totale di 47.580,00 , il servizio di “ottimizzazione del rapporto tra amministrazione e cittadino”, fondamentalmente per sviluppare un’app su smartphone per «ricevere informazioni sul traffico in tempo reale», per «consentire il pagamento di multe, per oblare i ticket», per «ricevere informazioni turistiche e territoriali» e per «conoscere lo svolgersi di eventi e/o manifestazioni». Sul punto – precisa Dalessandro – ho protocollato richiesta di accesso agli atti per capire come sia stata individuata l’impresa I-Tel srl e come sia stata effettuata la ricerca sul «mercato elettronico (?)», perché è inaccettabile che si spendano 40mila euro in sciocchezze, magari anche simpatiche, se prima non hai i semafori accesi e le strade dignitose.

Seguono assaggini di secondo, con la Determinazione Dirigenziale n. 1017 con cui si affidano i lavori di ampliamento dell’ingresso del comando di polizia municipale alla ditta “Raffaele Maggio automazioni” per una cifra pari a 12.200,00 , prelevati dal capitolo di bilancio relativo alla messa in sicurezza delle strade, per intenderci il capitolo da cui attingere per il rifacimento del manto stradale, e che seguono ai 38mila euro – un costo davvero fuori dalla logica – affidati alla stessa ditta per la realizzazione di una rampa per disabili all’ingresso del Palazzo di Città. Si continua con la Determinazione Dirigenziale n. 1018 del 25.11.2016 con cui si impegnano 20.000,00 € per effettuare alcuni lavori all’interno di piazza Duomo, utili a consentire l’installazione di un varco ZTL. 20mila euro – specificano i consiglieri PD – che sono extra rispetto alla gara di appalto per la fornitura dei varchi ZTL e che, invece, sarebbe stato opportuno inserire in gara.

Il dessert è servito in data 28.11.2016 – concludono Dalessandro e Cicolella – determina dirigenziale n. 1040, con cui il Comandante Delvino impegna ulteriori 15.000,00 € per il progetto Cerignola Si Cura 2016, che – per fortuna – questa volta non vengono assegnati a nessun parente di assessore o consigliere ma direttamente al corpo dei vigili urbani, «visti i numerosi eventi e lo svolgersi di manifestazioni civili e religiose, gli operatori di Polizia Locale svolgono il proprio servizio oltre l’orario ordinario, al fine di poter esperire azioni preventive e repressive in materia di C.d.S. e commercio, promuovendo azioni di specifico controllo sull’abuso del ciclomotore e motociclo, azioni di vigilanza all’interno dell’area pedonale e azioni di controllo in materia ambientale», citando testualmente la delibera.

  • PADRE MARONNO

    MAROOOONNNN………….MA CI SARA’ QUALCUNO O QUALCOSA CHE POTRA’ ARRESTARE QUESTO INDIVIDUO DAL TRASCORSO GIA’ RISAPUTO ALQUANTO TORBIDO E CORRUTTIBILE???
    ADDIRITTURA CE LO SIAMO ANDATI A RECUPERARE DALLA TERRA DEI FUOCHI….
    CHE PAESE STUPIDO CHE SIAMO

  • Gino

    Grande amministrazione così si opera X il bene della città . Si respira un’aria nuova .

    • giusedix
  • john

    Lo abbiamo votato e ce lo teniamo…….grazie metta

    • Metta

      Prego dovere.

  • FRANCESCO

    e’ io paaago!!!!!!!!!!!

  • totonno

    15.000 euro ai vigili che oltre l’orario ordinario, al fine di poter esperire azioni preventive e
    repressive in materia di C.d.S. e commercio, promuovendo azioni di
    specifico controllo sull’abuso del ciclomotore e motociclo, azioni di
    vigilanza all’interno dell’area pedonale e azioni di controllo in
    materia ambientale svolgono servizio oltre l’orario ordinario…..se facessero tutto questo nell’orario ordinario….vedrebbero….alle spalle della villa comunale…..all’angolo del marciapiede….un’amena attività commerciale compresa di ameno motociclo parcheggiato dove dovrebbero svoltare le auto e gli autobus…..che si fa barba di tutte le norme per il rispetto delle quali i vigili lavorano oltre l’orario di servizio……che bel paese che siamo!!!

  • Realista

    Facciamo finta di non capire..ci nascondiamo dietro le amministrazioni che si susseguono, mai nessuno che abbia il coraggio di dire che Cerignola non cambierà mai per il sol fatto che i Cerignolani (moltissimi) soffrono di una patologia genetica data dalla mancanza del gene ” educazione e senso civico”, piena zeppa di delinquentelli, bulli e ladri.L’unica medicina è la repressione dura e pura.Ma sono certo che l’illuso di turno mi attaccherà convintamente permeato di ipocrisia buonista.

  • Antonio

    Fanno sul serio schifo. Ma lo schifo più palese è vedere gli amici di amici che sono gli unici che lavorano con l’amministrazione. Bravi Pezzano & Co, incartate più che potere. Ma tutto finirà