Solo pochi giorni fa qualcuno sosteneva che la popolarità del Sindaco Franco Metta, tanto sui social quanto tra la gente, fosse ai minimi storici; fisiologico, direbbero gli ‘esperti di politica’, perché quando si governa si fanno delle scelte, e quando si sceglie, giocoforza, si accontenta qualcuno e si scontenta qualcun’altro. La realtà è che l’amministrazione cicognina, tra dubbi dell’opposizione di centro sinistra e l’occhio critico di qualche dissidente interno, si avviava a vivere il secondo Natale del mandato in un clima di alta tensione, crescente fino alla tarda mattinata di mercoledì 7 dicembre.

Cosa sia accaduto è abbastanza chiaro, almeno nella parole di Metta che l’altra sera, in diretta su Rai Tre, intervistato da Gramellini, ha ben esposto la vicenda restituendo nuova linfa vitale alla propria immagine e a quella dell’intera governance cittadina. Ha vinto Metta, direbbe qualcuno; o se fossimo in un gioco a punti, ha ripreso in un sol colpo tutti quelli persi con annessi interessi.

Un amministratore che oggi rifiuta una mazzetta da venti mila euro è qualcosa di sorprendente; se poi a farlo è chi fino al giorno prima veniva, a torto o ragione, tacciato di condotta poco trasparente il valore è doppio. Ha vinto Metta perché in una mossa ha allontanato dubbi e perplessità sul proprio operato e, contemporaneamente, si è ripreso anche il favore di alcuni interni dubbiosi.

Nonostante lo scetticismo mosso da alcune persone, sul perché qualcuno si sia permesso di andare in comune con una mazzetta nascosta in una scatola di biscotti, sulla possibilità che ci fosse un accordo poi tradito da una delle parti, o sulla volontà presunta di tendere una trappola a un imprenditore non troppo amico, o ancora sull’errore nel valutare giorno e ora della consegna, ha vinto Metta. Ha realizzato una mossa politica, e di immagine, col massimo dei voti.

Sulla vicenda, ovviamente, molto presto calerà il sipario e ciò che rimarrà nella mente del popolo, della stragrande maggioranza per fortuna del Sindaco, sarà il ricordo positivo dell’accaduto. Intanto la Polizia indaga e verifica ma difficilmente i risultati finali potranno oscurare l’immagine di colui che ha vinto.

  • Matteo

    Non esiste un giornale più di parte(politica) di voi. Nel vostro siete i migliori, indubbiamente!
    L’ opposizione la si applica nelle opportune sedi, non in un giornale, questo articolo, a parer mio, è del tutto superfluo, e dispiace perchè tutto sommato ci sapete fare(negli articoli non inerenti direttamente l’ amministrazione, s’ intende)!

  • eto’o

    che tristezza questo articolo………poveri levrieri.

  • Cicognino

    Ha VINTO LUI , dato di fatto , gli altri , tutti gli altri , come sempre hanno perso .

    • Benecul

      Ha vinto lui ma ha perso Cerignola e la gente perbene. Quella vera

  • Jerry Polemica

    Cinque cose
    1, un imprenditore come quello si presenta con ventimilaeuro così?
    2, le telecamere lo riprendono in volto mentre consegna il pacco?
    3, sempre le telecamere riprendono ininterrottamente dalla consegna all’apertura?
    4, Di Vittorio che era veramente onesto rifiutó anche i biscotti a scatola chiusa
    5, credete nei lifting?

    nessuna polemica chiaramente

    • Maurizio

      No jerry nessuna polemica X carità.Solo una semplice accusa di aver denunciato due imprenditori dichiarando il falso alla polizia al fine di farsi un lifting di immagine.Questo hai scritto. A parlare male delle persone senza avere il coraggio di scrivere nome e cognome ci vuole poco Jerry.Prova a vergognarti se riesci.