E’ di queste ore la notizia dell’imminente prova di collaudo – che avverrà nei prossimi giorni – dell’impianto di illuminazione posto in opera presso lo Stadio Comunale “D. Monterisi” di Cerignola. Probabilmente verrà ufficializzata nei prossimi giorni la notizia del primo match in notturna a Cerignola, già entro fine mese.

«Il 30 gennaio è il lunedì successivo a Audace Barletta – scrive in una nota stampa il Primo Cittadino -, che, salvo contrattempi, si giocherà in notturna. E non dimentico gli impegni assunti con l’Audace. Le opere sono state realizzate su progetti comuni, ma con costi, anticipati dall’Audace, a cui il Comune già sa come far fronte ed onorare».

Ma il nuovo volto del Monterisi, dopo il terreno di gioco sintetico e l’impianto di illuminazione, lavori calendarizzati ed eseguiti in step, sarà completo quando ci sarà il totale ammodernamento dell’impianto, per il quale la famiglia Grieco non si è mai risparmiata.

«Ristrutturare un impianto sportivo non è cosa semplice, in genere, ma, nel caso del nostro Monterisi, lo è ancora di più, considerate le condizioni e i limiti del nostro stadio – fa sapere l’assessore Tommaso Bufano -. Ricordiamo ai più che la nostra Tribuna centrale è sottoposta a vincolo dalla Soprintendenza ai Beni Culturali, tutta l’area su cui insiste il Monterisi è oggetto di vincolo per alta e media pericolosità dall’Autorità di Bacino, ogni tipo di intervento, quindi, ha bisogno di relative autorizzazioni da parte degli organi competenti».

«Abbiamo sin da subito avuto grande collaborazione da parte della famiglia Grieco – continua Bufano – la quale ci messo a disposizione la professionalità dell’arch. Rosania e l’esperienza dell’avv. Miccoli; abbiamo ottenuto i prescritti pareri e in brevissimo tempo i lavori sono partiti».

Adesso i tifosi e la città attendono l’accensione dell’illuminazione, probabilmente il 29 gennaio in occasione della 20° giornata che vedrà opposte Audace Cerignola e Barletta 1922. Oramai si attende solo l’ufficialità.