Proseguono senza soluzione di continuità i servizi antidroga da parte dei Carabinieri di Cerignola. Nella tarda serata di ieri, infatti, gli uomini dell’Aliquota Radiomobile del NORM della Compagnia hanno tratto in arresto due giovani fratelli di Melfi, entrambi incensurati; si tratta di PITTARO ANGELO, cl. ’94, e PITTARO NICOLA, cl. ’97.

Erano da poco passate le 21:00 di mercoledi scorso quando una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile del NORM della Compagnia, che stava effettuando un posto di controllo lungo la via Melfi, si vede passare davanti un’Audi A1, con a bordo due giovani che, quasi istintivamente, sicuramente per inesperienza, facevano in modo da non essere visti in viso, insospettendo così i militari. Immediatamente gli operanti raggiungevano i due ragazzi, li bloccavano e li sottoponevano a perquisizione personale e veicolare. La stessa, che inizialmente sembrava non stesse portando alcun risultato, è stata poi ulteriormente approfondita e accurata quando i due ragazzi non solo non riuscivano a giustificare la loro presenza a Cerignola, accampando scuse assurde, ma apparivano sempre più agitati e preoccupati.

L’intuizione dei militari si rivelava corretta. I militari, infatti, coadiuvati anche da un altro equipaggio che nel frattempo era sopraggiunto in loro ausilio, rinvenivano finalmente una busta, con la scritta “50”, e con all’interno una pietra di colore bianco, poi risultata essere cocaina pura, del peso, per l’appunto, di 50 grammi, oltre a 5 panetti di hashish, sigillati, del peso complessivo di 500 grammi.

Lo stupefacente, che secondo le tabelle ministeriali sul mercato avrebbe fruttato tra i 10.000 e i 15.000 Euro, è stato sequestrato.

I due malfattori, come disposto dal P.M. di turno, Dott. Gambardella, sono stati accompagnati presso la Casa Circondariale di Foggia, in attesa della celebrazione dell’udienza di convalida dell’arresto.

Questo slideshow richiede JavaScript.