«Terra Vecchia e non solo. Della prossima sottoscrizione del disciplinare tra Comune e Regione per la costituzione del Distretto Urbano del Commercio vi ho già informati. Occorrerà subito dopo produrre il documento strategico del commercio, con l’ analisi dello stato del commercio, la valutazione dei problemi del commercio, in riferimento alle varie zone cittadine. Un passo successivo dovrà essere la INDIVIDUAZIONE DELLE ZONE DEL TERRITORIO DA SOTTOPORRE A MISURE DI INCENTIVO E DI SOSTEGNO AL COMMERCIO. Per me, assolutamente, la TERRA VECCHIA. ANCHE ALTRO, MA LA TERRA VECCHIA ASSOLUTAMENTE». In una nota stampa il Sindaco Metta informa la città circa il nuovo piano operativo per il distretto urbano del commercio.

Si partirà, quindi, dalla Terra Vecchia per poi proseguire alla riqualificazione di altre aree anche con l’ausilio del piano commercio. «Immediatamente dopo, insieme alla approvazione del Piano Commercio, dobbiamo pensare: Riqualificare le aree mercatali. Migliorare la fruizione degli spazi commerciali urbani, specie nelle zone pedonali e a traffico limitato, con appropriati incentivi. Azioni di animazione del territorio. E’ previsto che Regione Puglia finanzi le progettazioni che si candideranno. E noi ci saremo assolutamente. Anzi, saremo tra i primi, posto che già dal luglio 2016 con delibera n.181 abbiamo approvato in Giunta Comunale la perimetrazione del distretto, condivisa con le Associazioni di Categoria, la Camera di Commercio, la Commissione Consiliare alle Attività Produttive».