Una delle più interessanti realtà cooperative del tessuto cittadino cerignolano, la Cooperativa Sociale Apulia Onlus, apre le porte alla formazione di giovani volontari nel settore sanitario. Sotto la guida della Presidente Rosa Colucci, infatti, da quasi un anno il gruppo, con sede nel plesso adiacente il Liceo Artistico, sta organizzando corsi di formazione su diverse tematiche, fregiandosi della possibilità di rilasciare titoli con validità e spendibilità nel mondo del lavoro.

L’ambito, come già precisato, in cui opera è di tipo socio sanitario e i servizi che propongono variano, dai corsi di formazione socio sanitaria al Taxi Sociale – accompagnamento, con auto medica, per gli spostamenti, urbani ed extra urbani, per i cittadini che hanno difficoltà nel raggiungere strutture pubbliche o private per cure o visite Mediche/Sociali; ancora servizio trasporto con ambulanza H24, servizi infermieristici assistenziali, assistenza Sanitaria, assistenza continuata presso presidi ospedalieri o domiciliari, e telesoccorso e teleassistenza.

Da qualche settimana è partito il Corso di “Primo Soccorso”, l’unico che fornisce l’abilitazione per poter operare direttamente a bordo delle postazioni del 118; si tratta di un percorso, riconosciuto e accreditato presso Regione Puglia, diretto dal dott. Michele Grieco, Primario del Pronto Soccorso dell’Ospedale “Tatarella”, che sta vedendo la partecipazione di 30 iscritti e che, come confermato dai responsabili, avrà edizioni future viste le numerose richieste pervenute. «Sono molto soddisfatta per questo corso e per l’intero percorso che da circa un anno abbiamo avviato con la cooperativa – afferma la Presidente Colucci -; una serie di servizi, che offriamo alla città, e che vedono impegnati giovani di Cerignola, ma anche di realtà limitrofe, mossi da quel sentimento di volontariato che spesso le nuove generazioni sembrano aver perso. Quello di Primo Soccorso è solo l’inizio per noi poiché abbiamo in cantiere altri tre corsi, con attestati rilasciati dall’IRC per l’uso del defibrillatore, pratica sempre più necessaria oggi. Anche il parco macchine è in continuo rinnovamento con l’acquisto di altre due ambulanze, di nuova generazione, per migliorare il servizio di trasporto. Infine, volevo sottolineare come i nostri volontari siano gli unici ad offrire assistenza 24 ore su 24, anche con servizio notturno». 

 

  • Marilena

    Fantastico