E’ di stamane l’allarme lanciato dal Consorzio per la Bonifica di Capitanata in merito alla preoccupante situazione che sta interessando le zone agricole dell’intero territorio cerignolano. Il furto dei contatori meccanici e relativi supporti dai gruppi di consegna installati sulla rete irrigua, infatti, sta preoccupando il Consorzio che oggi prova ad informare gli interessati, anche a mezzo stampa, della situazione e dei possibili pericoli.

«Si segnala che in tutto il comprensorio irriguo Sinistra Ofanto gli impianti pubblici irrigui del Consorzio sono oggetto di azioni vandaliche e, soprattutto, del furto dei contatori installati sulle apparecchiature idrauliche poste a servizio della proprietà consorziata – precisano dal Consorzio di Bonifica -. La dimensione del fenomeno e le difficoltà di approvvigionamento per i ricambi, giacché le ditte fornitrici non dispongono di magazzini in grado di rimpiazzare l’elevato numero di componenti asportati, mettono a rischio l’avvio dell’imminente stagione irrigua. Si invitano le organizzazioni a divulgare tra i propri associati queste notizie affinché ognuno vigili sulle apparecchiature poste a servizio dei propri fondi». 

Inoltre, come precisano a più riprese i responsabili del Consorzio, il fenomeno interessa i proprietari agricoli ogni anno, perché i contatori che vengono rubati e vandalizzati conterrebbero una componente in ottone che frutta, nella rivendita, qualche euro a fronte di un danno di circa 300 euro (costo del nuovo contatore) più la manodopera per l’istallazione. Il danno, però, sta nella tempistica: infatti l’azienda produttrice del contatore non ha la disponibilità immediata delle centinaia di pezzi che servono in poco tempo e con il ritardo nell’istallazione si mette a serio rischio la stagione irrigua. Nemmeno il servizio ispettivo, messo a punto dal Consorzio stesso, riesce ad arginare il fenomeno vista la vastità dell’area di competenza.

  • giuseppe

    visto lalto valore del furto e vista la gravita che esso comporta perche non fanno un’indaggine satelitare visto che noi siamo sempre sotto osservazione da essi.Forse e lunico modo per distrugere la nostra agricoltura gia in coma.