Si conclude in bellezza il girone di andata del campionato provinciale per il Cerignola femminile, che piega le avversarie con il punteggio di 2-1: una vittoria per le ofantine che vale oro colato, perché avvicinano le dirette rivali. Domenica, presso il campo sportivo di S. Trifone, si è disputata Cerignola-Garganus, una delle partite più attese dell’anno: per l’occasione una grintosa Frisani riesce a coinvolgere il pubblico con prestazioni di alto livello, tra assist precisi ed una difesa impeccabile. «Il Garganus è una squadra fortissima, temibile direi. Ha degli elementi validi come la Di Bari e Lauriola – ha affermato il capitano Dilucia a fine gara–. Ma non abbiamo mollato, abbiamo creduto in noi e mai come ora posso dire che sono fiera della mia squadra!». Per le cerignolane sono scese in campo: Perchinunno in porta, Balzano e Frisani sulle fasce, Dantone e Guercia. Per le montanare, invece: Palumbo, Di Bari, Lauriola, Longo e Salcuni.

Un primo tempo ricco di emozioni e caldi cori ha riempito i bordi del campo, grazie ad attacchi decisi e azioni da goal non riuscite: iniziano immediatamente a farsi sentire le padrone di casa, con una scatenata Guercia che arriva in area ma colpisce il palo, replicano le ospiti con una medesima azione. La partita si sblocca quando lo stesso bomber cerignolano recupera la palla da centrocampo e mette in rete il suo primo goal di giornata da media distanza. Con il punteggio sull’1-0, le atlete di Di Marzio non si scoraggiano e avanzano sempre più, fin quando un errore della Perchinunno riaccende il desiderio di vittoria del Garganus: sul rilancio del portiere Palumbo, la palla arriva direttamente in rete. Le due squadre continuano a darsi battaglia, poi ancora un’ispirata Guercia riporta in vantaggio il Cerignola con un fulmineo destro, con la prima frazione che si chiude 2-1.

Nel secondo tempo, il gioco non cambia e nonostante il ritmo ritrovato del Garganus, le atlete di mister Sciscio continuano ad avanzare, ma senza alcun risultato: le ospiti centrano due legni, in contropiede le gialloblu falliscono la terza marcatura. A pochi minuti dalla fine, Perchinunno si riscatta ampiamente, ritrovando il suo antico splendore: prima para un tentativo ravvicinato della Lauriola, poi blocca l’azione delle garganiche con una uscita provvidenziale. Il Cerignola stringe i denti e porta a casa una importantissima vittoria: giovedì 16 febbraio le ofantine affronteranno l’Accadia in un recupero, occasione ghiotta per restare agganciare il primo posto.

Questo slideshow richiede JavaScript.