Un murales realizzato in occasione del Giorno della memoria da un artista anonimo – firmato “A.I”, sigla di “arte indipendente”, – è stato imbrattato da ignoti con una svastica e l’inquietante scritta “Juden Raus” che in tedesco significa “Ebrei fuori” – solitamente esposta nelle vetrine dei negozi nella Germania nazista dopo le leggi di Norimberga del 1935 – .

Ogni commento in merito rischia di essere banale e superficiale, poiché certe immagini si commentano da sole, ma un po’ di riflessione non ha mai fatto male a nessuno. Nel dubbio che si tratti di razzismo o imbecillità, per non correre il rischio di sbagliarci, potremmo parlare di entrambe le cose. Questo evento, sia pure apparentemente insignificante, ci permette di seguire due vie di riflessione: la prima è che, anche a Cerignola, a quanto pare, spirano minacciosi i venti di xenofobia e odio razziale che stanno “accarezzando” l’Europa e l’America.

La seconda, la “migliore” tra le due ipotesi, è che si sia trattato di una bravata da parte di qualcuno che, probabilmente, non aveva nemmeno la più pallida idea di quello che stava combinando. Per essere ottimisti, ci auguriamo che la seconda opzione sia quella corretta, e che non si tratti di un episodio apripista ad altre manifestazioni simili.

  • cerignola

    …e questa sarebbe una notizia? E’ evidente che l’autore e’ poco meno che un deficiente…