L’Audace Cerignola esce alla distanza e rifila nella ripresa quattro gol all’Atletico Vieste, nel derby di Capitanata della 23ma giornata di Eccellenza. La capolista sfoggia ancora una volta il suo cinismo, anche se il punteggio finale è troppo eccessivo per i garganici, mai domi e ridotti in inferiorità numerica per un tempo. Farina, alla sua ultima gara osservata dalla tribuna, lascia in panchina il diffidato Altares: Pollidori al centro della difesa, Vicedomini e Carmine Marinaro agiscono in mediana; Cappellari ritrova il suo posto sulla fascia destra. Sceglie il 3-4-3 l’allenatore casertano, con la retroguardia a quattro in fase di ripiegamento per arginare il 4-2-3-1 messo in campo da Bonetti, nel quale Colella è il geometra e Compierchio e Rocco Augelli gli incursori con Triggiani riferimento avanzato. E’ partita maschia fin da subito, accesa come i derby sanno essere: al 7′ una punizione di Colella lambisce il palo. Il Vieste è molto spigliato, raddoppia e propone tanta corsa, anche se al 13′ deve rinunciare all’infortunato Compierchio (rilevato da Gallo): l’Audace soffre l’aggressività dei locali ma reclama al 19′ per un calcio di rigore non concesso; Di Rito si invola in area verso Innangi, è messo giù da Silvestri ma il sig.Beldomenico di Jesi fa proseguire, lasciando parecchi dubbi sulla decisione. Loiodice prova ad insidiare la porta con un destro dal vertice dell’area grande a lato, gli ofantini collezionano cartellini (quattro gialli nel solo primo tempo) ed offendono con Di Rito, il cui destro angolato è deviato in corner da Innangi al 36′. L’ammonizione decisiva però è comminata a Milella, che al 41′ lascia in dieci i biancocelesti: sarà l’episodio cardine del match.

Dopo l’intervallo, Ladogana prende il posto di uno spento Naglieri ed il Cerignola aumenta la quantità dei suoi attaccanti: al 48′ una grande iniziativa di Belluoccio sulla destra vede l’under crossare per Loiodice, il cui destro al volo si stampa sul palo. E’ il preludio al gol, che arriva un giro di lancette più tardi: da Carmine Marinaro a Loiodice, abile nel pescare a centro area Di Rito, esterno al volo e vantaggio. I gialloblu continuano a premere: Ladogana costringe alla respinta il portiere, poi il tap in di Loiodice è alto sulla traversa. Il fantasista barese incorna debolmente fra le braccia del numero uno garganico, poi il Vieste scampato più volte il pericolo del raddoppio, si fa minaccioso col destro di prima intenzione di Kouamè, di un soffio largo. La formazione di Bonetti insiste ed il subentrato Saani fa gridare al pareggio con una sforbiciata che termina appena alta sopra la traversa. A cavallo della mezzora della ripresa, arriva l’uno-due letale dell’Audace: corner dalla destra di Loiodice, stacco perfetto di Pollidori per il primo gol stagionale del centrocampista (74′); Di Rito favorisce la corsa di Ladogana, diagonale imprendibile e tris (76′). Colella solo per sfortuna non corona la sua bella prestazione con la soddisfazione personale: la punizione mancina sbatte contro la trasversale. Stessa sorte anche per Loiodice, cui Innangi nega la gioia al 90, poi è ancora Pollidori -nel frattempo avanzato in mediana con l’ingresso di Altares per Carmine Marinaro- a firmare la doppietta in chiusura, sfruttando la sponda di testa di Di Rito.

Un’altra domenica col sorriso per il Cerignola, che supera uno scoglio non facile e torna ai tre punti lontano da casa dopo poco più di un mese. C’è il Bitonto ora ad inseguire, sorpasso ai danni dell’Altamura ko a Casarano ed un divario di quattro lunghezze. Domenica prossima altra trasferta a Novoli: un passo alla volta, l’Audace si conferma sempre più come maggiore candidata alla serie D.

ATLETICO VIESTE-AUDACE CERIGNOLA 0-4

Atletico Vieste: Innangi, Lucatelli (77′ Potenza), Partipilo, Kouamè, Silvestri, Caruso, Augelli R., Milella, Triggiani, Colella, Compierchio (13′ Gallo, 55′ Saani). A disposizione: Terbeshi, Pafundi, Santoro, Prencipe. Allenatore: Francesco Bonetti.

Audace Cerignola: Marinaro R., Belluoccio, Naglieri (46′ Ladogana), Vicedomini, Ciano, Pollidori, Cappellari, Marinaro C. (70′ Altares), Di Rito, Loiodice, Russo (79′ Martinez). A disposizione: Diouf, Amoruso, Oliva, Monopoli. Allenatore: Francesco Farina (squalificato).

Reti: 49′ Di Rito, 74′ Pollidori, 76′ Ladogana, 93′ Pollidori.

Ammoniti: Milella (AV); Vicedomini, Ciano, Pollidori, Marinaro C., Di Rito. Espulso: Milella (AV) al 41′ per doppia ammonizione.

Angoli: 0-7. Fuorigioco: 5-5. Recuperi: 3′ pt, 3′ st.

Arbitro: Beldomenico (Jesi). Assistenti: Fumarulo (Barletta)-Morea (Molfetta).

CLASSIFICA ALLA VENTITREESIMA GIORNATA

Audace Cerignola 54; Bitonto 50; Team Altamura 48; Casarano 46; Atletico Vieste 35; Barletta 34; Otranto 32; Unione Calcio Bisceglie, Noicattaro 29; Pro Italia Galatina 26; Novoli 23; Gallipoli (-2) 22; Avetrana 20; Molfetta Sportiva 19; Vigor Trani 18; Hellas Taranto 15.

  • MINGUCCIO

    SEMPRE FORZA CERIGNOLA