I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Cerignola, nella mattinata di sabato 25 febbraio, nelle campagne dello stesso comune, hanno fermato un uomo di 44 anni, già noto alle forze dell’ordine, che all’esito della perquisizione veicolare è stato trovato in possesso di diverse piastre in ottone, elettrovalvole e valvole a tre vie asportati dai gruppi di consegna posti nei fondi irrigui serviti dal Consorzio per la Bonifica della Capitanata. Il materiale è stato sottoposto a sequestro penale ed il possessore deferito all’Autorità Giudiziaria.

L’intervento dei militari ha permesso di bloccare il malvivente, G. V., mentre stava portando la refurtiva ad un rottamatore della zona industriale di Cerignola; dalla vendita dei materiali, infatti, avrebbe ricavato diverse decine di euro.

Proprio lanotiziaweb.it, nell’assordante silenzio delle istituzioni e dei media locali, lo scorso 14 febbraio, aveva raccolto il grido d’allarme del Consorzio di Bonifica della Capitanata, denunciando quanto stava accadendo nelle campagne della provincia, spiegando quali danni stava causando la condotta delinquenziale di ignoti.

  • amleto

    Speriamo lo mettano dentro e che buttano la chiave.E per cortesia pubblicate il nome.