Quattordicesima giornata di ritorno della Serie C Silver, con la Castellano Udas capolista impegnata domenica, nella sfida casalinga al Pala “Dileo” (18.30), contro il Martina Franca. Gli ospiti sono relegati nelle zone basse della classifica: 16 punti all’attivo, frutto di dieci vittorie e diciassette sconfitte; anche se il tasso tecnico è notevole, puntano sul duo Krolo-Yelenek per cercare di mettere in difficoltà la coppia formata da Sims e Scarponi. Gli udassini, che recuperano anche capitan Tredici, confidano sulle rotazioni dei vari giocatori per svolgere una gara non troppo di sofferenza e chiudere definitivamente i giochi sulla posizione di vertice della classifica. Alla vigilia del match, abbiamo raccolto in esclusiva le parole del pivot biancazzurro Lillo Leo: «Bisogna assolutamente chiudere il discorso della prima posizione in classifica: i nostri avversari sono in piena lotta playout, dobbiamo vincere e riscattarci. Contro Francavilla abbiamo incontrato una squadra giovane, ci hanno messo in difficoltà sin dai primi minuti: dispiace aver perso una partita dopo cinque mesi, meglio adesso che dopo». Arbitri del confronto saranno Divittorio (Ruvo) e Grieco (Matera).

Per l’Olimpica Ecodaunia derby a Foggia domani sera alle 20.30 contro la Diamond: i ragazzi di Christian Vigilante, dopo un periodo difficile nella prima parte di stagione, hanno ritrovato compattezza e cercano l’apporto del proprio pubblico dopo la sconfitta esterna di Manfredonia; 24 i punti conquistati, frutto di tredici vittorie e quattordici sconfitte. Per il coach gialloblu Gesmundo, d’obbligo cercare la vittoria contro un avversario tosto, come conferma al nostro giornale: «Con la vittoria ci tiriamo fuori dalla corsa playout, puntiamo a fare del nostro meglio per agganciare i playoff. Contro Altamura abbiamo giocato un match sontuoso, senza perdere di concentrazione sia in difesa che in attacco: abbiamo ritrovato un gioco che ci piace e continueremo così per non deludere i nostri tifosi». L’Olimpica dovrà difendersi dall’assalto di Vieste (che sfiderà la seconda in classifica Nardò) e Ruvo (in casa dell’Adria Bari).

CONDIVIDI