Era il 5 novembre scorso quando una giovane donna, di origini rumene e radicata ormai da tempo nel comune di Stornarella, tornando a casa si era accorta che nelle poche ore della sua assenza ignoti vi si erano introdotti e che, dopo averlo messo a soqquadro, si erano impossessati di un televisore, comprato da poco con i risparmi di un lavoro dignitoso e onesto che la donna, madre di due figli, svolge per dare sostentamento alla famiglia.

Immediatamente la donna aveva contattato il 112 attivando così la pattuglia della Stazione Carabinieri di Stornarella che, acquisite le prime informazioni dalla stessa, che aveva visto i malfattori scappare dalla propria abitazione, si era messa alla ricerca dei responsabili del furto.

Dopo aver pattugliato l’intero territorio di Stornarella, i militari hanno intercettato i delinquenti di ritorno da Orta Nova, ancora a bordo dell’autovettura segnalata dalla denunciante, verosimilmente dopo aver barattato il televisore, del quale intanto si erano disfatti, con dello stupefacente.

I due responsabili, che venivano identificati in ZAGARIA RICCARDO PIO, cl. ’85, e DEMBECH DOMENICO, cl. ’78, entrambi con precedenti di polizia, il primo di Stornarella e il secondo di Orta Nova, venivano quindi condotti presso la caserma di Stornarella dove la vittima li riconosceva proprio nei responsabili del furto poco prima patito.

Il GIP del tribunale di Foggia, concordando appieno con le investigazioni poste in essere nell’immediatezza dai militari, e con la successiva richiesta di custodia cautelare del Pubblico ministero, ha quindi emesso per entrambi un’ordinanza di custodia cautelare presso i rispettivi domicili. Gli stessi, pertanto, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari e risponderanno di furto aggravato in abitazione e danneggiamento.