Grande soddisfazione in casa Libera Virtus per questa importantissima e meritata vittoria che ha visto la compagine cerignolana imporsi sulle avversarie del Manfredonia, così aggiudicandosi l’intero bottino che le proietta nuovamente in alto alla classifica in compagnia del Castellana grotte Volley ma con una partita da recuperare. 10 marzo 2017, ore 18,00, in un Pala Dante (Manfredonia) dal ritmo già molto intenso a causa di un ritmo battente di percussioni inizia il tanto atteso derby! Per entrambe le formazioni numerosi i tifosi accorsi a sostenere la propria squadra del cuore. Per la Cav Libera Virtus, Mister Albanese schiera in campo: Altomonte al palleggio e Giordano a completare la diagonale, Martilotti e Costantini in banda, Piemontese e Di Candia sottorete e Tribuzio nel ruolo di libero. Per la Sebilot Manfredonia, coach Delli Carri risponde con Mileno al palleggio, S. Liguori opposto, R. Liguori e Barbaro in banda, Vinciguerra e Padula al centro e la Torre libero.

Primo set: parte subito ad altissimi livelli l’incontro, con la Libera Virtus che fin da subito mette in difficoltà le padrone di casa murando ogni attacco e giocando ogni pallone come fosse l’ultimo. Lo spirito è quello giusto! Punteggio in equilibrio, ma la Sebilot è fallosa ed è così che grazie a due ace di una immensa Martilotti ed una strabordata della Giordano si arriva al primo tempo tecnico col punteggio di 7-8 in favore delle ospiti. Al rientro in campo l’attacco virtussino inizia a scaldare le mani: Piemontese fa la voce grossa su Liguori per l’11-13. Mister Delli Carri chiede time-out. Al rientro è l’ottima Di Candia che in battuta mette in difficoltà la ricezione avversaria. È 11-15. Grazie alla difesa perfetta, guidata da una sempre in forma Tribuzio, che Costantini mette giù la palla con un attacco in pipe. 12-16. Seguono due errori in battuta delle virtussine che permettono alle avversarie di accorciare le distanze (15-17), anche grazie ad una insidiosissima Barbaro. Ma il duo Martilotti-Costantini non ha nessuna intenzione di farsi agganciare ed è così che iniziano a mettere giù palloni, mandando in crisi la difesa delle padrone di casa (17-20). L’abruzzese Costantini mette giù palloni importanti e sul 22-24 è Piemontese con un primo tempo perfetto a chiudere il primo parziale.

Secondo set: continua il buon momento delle ofantine che non concedono niente alle avversarie. Si alternano i cambi palla, ma è la Libera Virtus ad essere avanti di uno (7-8) al primo tempo tecnico. Costantini e Di Candia permettono l’allungo dalle sipontine. Mister Delli Carri opera il primo cambio, entra Carrisi per Padula. E’ ancora Piemontese a mettere le mani a muro su una nervosa Liguori S. (cartellino giallo per lei) e grazie ad un’attacco di seconda di una eccelsa Altomonte si arriva al punteggio di 12-15. Il muro-difesa delle giallo-azzurre è esemplare e Costantini realizza d’ingegno il 12-16. Ancora cambi per il Manfredonia. Esce Liguori S. ed entra Bisceglia. La neo entrata va subito a segno e così la Sebilot accorcia le distanze. Ma ci pensa Costantini ad interrompere il momento positivo delle padrone di casa che da prima linea gioca con la massima concretezza (15-19) concedendosi soluzioni pregevoli. Il Manfredonia è in evidente difficoltà ed accusa i colpo. E’ un attacco di capitan Martilotti ed una doppia di Mileno a chiudere il secondo parziale. Doppio vantaggio giallo-azzurro.

Terzo set: parte in totale equilibrio il terzo parziale. Piemontese sigla il 5-6, mentre Liguori R. prova a caricarsi le locali sulle spalle. La stratega Altomonte risponde a Mileno con una splendida alzata rovesciata in uno spicchio di campo. Il Cerignola resta attaccato alla avversarie, Costantini sigla il sorpasso (9-10). Altomonte varia molto le sue alzate rendendo il gioco imprevedibile per le avversarie che non hanno punti di riferimento e subiscono attacchi da ogni dove. Dopo un punto del Cerignola, Mileno prende un cartellino rosso per comportamento scorretto. Si arriva dunque al punteggio di 13-15. Giordano perfeziona al servizio e mette in difficoltà la ricezione avversaria permettendo alle virtussine di allungare fini al 13-19. Il Manfredonia, però, è orgoglioso e non si arrende, tentando l’ultimo rientro fino a raggiungere il -1 sul 23-24. Ma nulla possono dinanzi ad una cannonata di Martilotti che firma l’ultimo punto e la fine dell’incontro. E’ 3-0 per il Cerignola. Grandissima prestazione delle virtussine che con una partita pressoché perfetta hanno voluto cancellare la sconfitta subita dal Chieti ed omaggiare il numeroso (e caloroso) pubblico accorso ad incitarle, mostrando ancora una volta, laddove ce ne fosse bisogno, il proprio valore. Archiviato il derby, ora la massima concentrazione per la prossima importantissima (e non facile) sfida. Infatti, domenica 19 marzo 2017, ore 18,00, al pala DiLeo la Cav Libera Virtus affronterà la quotata compagine del Brindisi-San Vito. Ancora uno scontro di alta classifica.

Tebellino punti: Martilotti 19 – Costantini 18 – Giordano 7 – Piemontese 5 – Di Candia 6 – Altomonte 2.

CLASSIFICA ALLA DICIANNOVESIMA GIORNATA

Cav Libera Virtus Cerignola, Grotte di Castellana 44; Sebilot Manfredonia 43; Brindisi-San Vito Volley 42; Volley Virtus Orsogna, M2G Solution Asem Bari 34; Pvg Bari, Assitec 2000 Sant’Elia 27; Coged Teatina Chieti 18; Pallavolo Minturno 13; Realcaffèmoka Sirs Sabaudia 10; Dannunziana Pescara, Polisportiva Cisterna 88 3.

CONDIVIDI