Lotta, soffre, non molla e vince: l’Audace Cerignola supera con una rete al 90′ dello spagnolo Altares il Team Altamura e resta al comando della classifica di Eccellenza, quando mancano tre turni al termine. In un “Monterisi” come sempre assai gremito, è andato in scena un bel match, contraddistinto da due signore squadre: gli ofantini hanno meritato i tre punti, i murgiani sono usciti fra gli applausi dello sportivissimo pubblico di casa. Farina ripropone in difesa Sakho al posto di Belluoccio ed Altares, torna titolare anche Russo sulla fascia esterna destra. Panarelli dall’altra parte si oppone con un 4-4-2 nel quale Rana e Bottone sono i terminali offensivi, mentre Dibenedetto e Fiorentino sono i fari di Centrocampo e difesa. Sono i padroni di casa a rompere gli indugi per primi: all’8′, Loiodice dai venti metri costringe non senza affanni Keita alla deviazione in corner. Segue una fase di studio, in cui si battaglia prevalentemente in mediana, anche se è l’Audace a controllare le operazioni. In due minuti, tre occasioni in successione per i gialloblu, a cavallo di metà tempo: punizione di Loiodice respinta in angolo da Keita, dalla bandierina Di Rito impatta la sfera che centra il palo; sempre da corner (stavolta su schema) Vicedomini mette in mezzo un pallone che il solissimo Sakho a centro area spedisce malamente largo alla sinistra del numero uno ospite. Loiodice è attivissimo sulla sinistra, da un suo traversone nasce l’inzuccata appena alta di Di Rito (32′). Il Team Altamura replica al 37′: Roberto Marinaro ci arriva con balzo felino sul calcio da fermo di Fiorentino, poi replica a Rana sulla ribattuta, esaltandosi e trasferendo la propria carica ai compagni. Il primo tempo si chiude in parità, mentre Farina medita già possibili variazioni.

Dopo appena otto secondi dalla ripresa del gioco, Morra spreca una ghiottissima opportunità, appena dentro l’area di rigore, calciando alle stelle. I biancorossi murgiani di Panarelli sembrano avere una tattica attendista, Albanese e Vicedomini in versione quattro polmoni coprono a dovere la zona nevralgica. Gol annullato ai cerignolani al 58′: Di Rito va in rete lanciato in avanti da un colpo di testa di un compagno in posizione regolarissima, non così per il primo assistente che sventola la bandierina. La capolista passa al 4-3-3 con l’innesto di Carmine Marinaro per Russo: duetto Cappellari-Morra sulla destra, palla radente per Loiodice, il cui tiro a botta sicura è fermato da Dibenedetto, letteralmente immolatosi col volto nella respinta. Ladogana rileva Albanese, l’Altamura prende coraggio in contropiede ma Cappellari sbroglia una complicata situazione. Cerignola ultra offensivo anche con Dipasquale, ma un lungo brivido corre sulla schiena dello stadio quando il subentrato Fernandez all’83’ con un destro a pelo d’erba manca di un soffio il bersaglio grosso. I minuti passano, ma l’Audace non smette di credere alla vittoria: 90′ sul cronometro, Carmine Marinaro batte dalla destra un calcio d’angolo, Dipasquale non riesce a deviare ma alle sue spalle c’è lo svelto Altares che gira in fondo al sacco, per un gol fra i più importanti della stagione. Nel corposo recupero, Ladogana in ripartenza al 94′ manca il bis, rimontato da Montrone e con la conclusione poi parata da Keita. Con le unghie e con i denti, il Cerignola porta a casa l’ennesima affermazione interna e respinge, per un’altra domenica, l’assalto del Bitonto.

Ora è davvero un duello fra gialloblu e neroverdi: prima del confronto diretto fra due settimane, per Morra e compagni c’è la trasferta di Molfetta, oggi vittorioso a Vieste ed impelagato in zona playout. C’è una nuova pagina da scrivere, prima della sfida senza appello: l’Audace è padrone del proprio destino.

AUDACE CERIGNOLA-TEAM ALTAMURA 1-0

Audace Cerignola: Marinaro R., Sakho, Cappellari, Vicedomini, Ciano, Altares, Russo (61′ Marinaro C.), Albanese (75′ Ladogana), Di Rito (80′ Dipasquale), Loiodice, Morra. A disposizione: Vurchio, Martinez, Belluoccio, Amoruso. Allenatore: Francesco Farina.

Team Altamura: Keita, Cannito (91′ Lede), Sisalli, Dibenedetto, Montrone, Montemurro, Tragni (83′ Ostuni), Fiorentino, Bottone (74′ Fernandez), Rana, Morea. A disposizione: Caiati, Natale, Notaristefano, Rotunno. Allenatore: Luigi Panarelli.

Rete: 90′ Altares.

Ammoniti: Ciano, Dipasquale (AC); Cannito, Dibenedetto, Montemurro, Fiorentino (TA).

Angoli: 8-3. Fuorigioco: 7-5. Recuperi: 1′ pt, 6′ st.

Arbitro: Cutrufo (Catania). Assistenti: Ruggiero (Brindisi)-Conte (Taranto).

CLASSIFICA ALLA VENTISETTESIMA GIORNATA

Audace Cerignola 64; Bitonto 62; Team Altamura 57; Casarano 49; Barletta 40; Atletico Vieste 36; Otranto 35; Pro Italia Galatina, Noicattaro 33; Unione Calcio Bisceglie 32; Avetrana 30; Gallipoli (-2), Novoli 28; Vigor Trani 25; Molfetta Sportiva 22; Hellas Taranto 18.

Questo slideshow richiede JavaScript.

  • Leonardo Colangelo

    FORZA CERIGNOLA SEMPRE

  • bitonto90

    Come sono teneri i PORCHI sulle ringhiere dello stadio…. complimenti all’Altamura calcio per la bella prestazione fatta ieri… purtroppo sono stati fortunati a segnare al minuto 90. Ma siamo sicuri che piangeranno prima o poi al minuto 90. Non possono sempre vincere all’ultimo minuto… Dopo che una bella squadra come l’ALTAMURA fa una grandissima partita complimenti a Keita portiere murgese…… noi di BITONTO VINCIAMO CON ONORE SUI CAMPI….