La Tecnomaster.biz Pallavolo Cerignola vince a fatica sull’Amatori Volley Bari e mantiene il primo posto in classifica: tra grinta e determinazione, le ofantine affrontano il match come delle vere feline e spinte da un’agguerrita Giancane in attacco ed una ritrovata Bellapianta in battuta, riescono a difendere la propria posizione in graduatoria nel tie break, vincendolo per 15-6. Per difendere i colori cerignolani, mister Valentino schiera in campo: Gagliardi, Romano, Bellapianta, Rubino, Albanese, Giancane e Casalino nel ruolo di libero. Per le baresi, formazione con: Catacchio, Losito, Marigliano, Corallo, Ivona, Facchino e Virgilio.

Le padrone di casa dimostrano immediatamente di che pasta son fatte e con la sicurezza di avere Bellapianta in prima linea, la Pallavolo Cerignola inizia a far impazzire il tabellone con il diagonale da posto 4 di Bellapianta ed un mani out firmato Giancane (6-4). L’avvio è totalmente appannaggio delle fucsia, le avversarie sembrano non reagire: Albanese da seconda linea scatena il suo destro vincente (8-5), una furba Gagliardi allunga le distanze con un contrasto a rete (13-7) e l’ace sporco della Bellapianta apre le porte alle fasi finali del primo parziale ad un’ispirata Albanese, che prima porta a casa il suo primo mani out di giornata e poi conclude con un bel pallonetto (25-10).
Continuano a farsi notare le “pantere” anche nel secondo set: Albanese apre le danze in diagonale, Giancane al centro mostra ancora tutta la sua maestria; quando l’Amatori Volley Bari sembra rimontare, Romano sistema la situazione prima con una fast vincente alzata dalla Gagliardi e poi con il servizio dell’8-8. Con il giusto sprint ritrovato, la regia inizia a funzionare alla perfezione: Giancane sigla una fast (13-9), Bellapianta travolge la difesa avversaria con un lungolinea e Albanese porta le compagne direttamente al 22-12. E’ la Rubino a concludere con un’ace sporco il secondo cambio di campo sul 25-13.
Nel terzo periodo qualcosa sembra esser cambiato e mentre la difesa ofantina inizia ad indebolirsi, il sestetto ospite riscalda le sue giocatrici migliori: Catacchio domina incessante da posto 4, Facchino realizza dai nove metri, il muro Losito-Marigliano blocca due attacchi consecutivi di Albanese (3-8). Con la Pallavolo Cerignola in difficoltà, il secondo tocco vincente della Gagliardi e la parallela di Bellapianta sembrano far rientrare le locali; proprio quando mancano due lunghezze al pareggio, il servizio out di Bellapianta restituisce vigore all’Amatori. Corallo spiazza la difesa con una fast servita dalla Facchino ed i mani out di Marigliano e di Losito riaprono l’incontro (22-25).
È ancora tutto da giocare nel quarto set: Corallo apre in bellezza in fast, Albanese manda a rete un attacco ed il pallonetto di Catacchio per l’1-4 barese. Tra difesa scoperta ed offensive inefficaci, le ragazze di Valentino continuano a regalare palle fondamentali: Giancane sbaglia dalla battuta, Marigliano sfonda il muro e nonostante la fast della Romano, Catacchio ridomina in avanti (11-15). Con il trio agguerrito Catacchio-Losito-Marigliano in prima linea (sospinto dall’alzatrice Facchino), l’Amatori allunga le distanze dalla padrone di casa: le ospiti si staccano dalle ofantine sempre più e con il punteggio di 15-25, le due squadre si preparano a giocarsi il successo al tie break.
Nella guerra all’ultimo punto, le fucsia barcollano ma non mollano: il punteggio segna un costante equilibrio, poi la Pallavolo Cerignola tira fuori le unghie e non lascia spazio alle rivali. Bellapianta e Giancane trascinatrici (12-6): l’Amatori Volley Bari forse stanca commette errori in fase di costruzione e nonostante i cambi in corsa, la compagine di Rosa Ricci lascia la vittoria alle ofantine, portando via comunque un punto importante per la sua classifica. Per la Tecnomaster.biz invece, nel prossimo turno il calendario propone l’atteso scontro con la Primadonna Bari, un match quasi decisivo per il primato al termine della stagione regolare.