La Cav Libera Virtus torna a vincere in casa e ha la meglio sul Brindisi San Vito per 3 set a 1. Nella gara valida per la settima giornata di ritorno, le emozioni non sono mancate: Martilotti manovra il gioco a suo piacimento con bordate d’effetto e colpi da seconda linea, mentre le compagne Costantini e Di Candia infiammano il Pala “Dileo” con prestazioni di alto livello in attacco e in difesa. Le ofantine di Albanese e Dilucia sono scese in campo con: Altomonte, Costantini, Piemontese, Giordano, Martilotti, Di Candia e Tribuzio. Capozziello ha schierato le ospiti con: Della Rosa, Labate, Diviggiano, Romano, Basciano e Della Rocca nel ruolo di libero.

Nel primo set le scintille non mancano: le padrone di casa vanno al primo timeout tecnico con un punto di vantaggio grazie alle bordate firmate dalla Costantini; il Brindisi San Vito inizia a mettere giù palle vincenti: Diviggiano schiaccia con successo su Tribuzio, Romano supera il muro gialloblu, Della Rosa manda le squadre alla seconda interruzione tecnica con le ospiti avanti attaccando di seconda. Continuano a dettar legge le brindisine in attacco e quando il tabellone segna il 17-20, Labate riesce a fermare a muro Di Candia e Giordano in due occasioni differenti: si conclude sul 21-25, dopo l’attacco out di Martilotti.

Apre in bellezza il secondo parziale Costantini con una bordata laterale, seguita da Di Candia dal centro: una serie di fischi arbitrali mette a dura prova i nervi delle virtussine (due invasioni di Altomonte e Giordano ed un attacco out di Costantini). La Cav però riduce di netto gli errori e va a segno con Di Candia in fast e con un ace sporco e con Martilotti mediante un pallonetto. La Libera Virtus ingrana la marcia e inizia a macinare punti: Martilotti martella da zona 4 in più di un’occasione e Piemontese blocca Romano a muro (19-16). Nelle battute finali, Matte prende il posto di Di Candia e i risultati non tardano ad arrivare: la brasiliana realizza immediatamente in fast, Altomonte sigla una battuta vincente e Giordano firma il lungolinea del 25-21 per il pareggio.

Nella terza frazione Cerignola diventa implacabile: Di Candia è sempre solida a muro, Costantini e Martilotti impartiscono lezioni in prima linea. Piemontese mette a segno il decimo punto, Diviggiano e Labate tentano di recuperare ma la pipe di Martillotti e il muro di Costantini ristabiliscono le giuste distanze (18-13). Con una impeccabile fase muro-difesa, le gialloblu ampliano il divario: pipe Costantini, schiacciata laterale del capitano e col rientro in di Matte si cambia campo con le locali a ribaltare la situazione (25-17).

Il quarto periodo è il più bello ed avvincente dell’incontro: a Martilotti rispondono Diviggiano e Romano: il Brindisi allunga le distanze, sfruttando un momento di appannamento delle atlete di Albanese (7-14). Il coach virtussino cambia: dentro Lanza e Matte rispettivamente per Giordano e Di Candia; pian piano si registra una ripresa, anche se le biancazzurre restano avanti. Lanza entra con prepotenza nel campo avverso, Matte blocca la Basciano, così come Martilotti: Brindisi è sul 20-23, ed è lì che il grande cuore della Cav. Martilotti suona la carica, trascinando le compagne in prima linea: colpo in parallela, diagonale perfetto ed infine ai vantaggi chiude il match con un ace ben piazzato sulla linea laterale (26-24).

Vittoria fondamentale per le ofantine, che ora sono da sole al comando della classifica con due punti sul Manfredonia (che ha una partita in più): nel prossimo turno, una sfida in trasferta abbordabile sul campo del Pescara.

CLASSIFICA ALLA VENTESIMA GIORNATA

Cav Libera Virtus Cerignola 47; Sebilot Manfredonia 45; Grotte di Castellana 43; Brindisi-San Vito Volley 42; M2G Solution Asem Bari 37; Volley Virtus Orsogna 34; Assitec 2000 Sant’Elia 30; Pvg Bari 28; Coged Teatina Chieti 18; Pallavolo Minturno 16; Realcaffèmoka Sirs Sabaudia 13; Dannunziana Pescara, Polisportiva Cisterna 88 3.

CONDIVIDI