Grande accoglienza e grande successo di pubblico la commedia “Non ti pago!” di Eduardo De Filippo, portata sul palco del salone della chiesa del Buon Consiglio lo scorso week end dalle famiglie della parrocchia e diretta da Leonardo Lavecchia.

Encomiabile è stata la performance di tutta la compagnia – nella quale non figura nessun professionista – , che ha saputo intrattenere e divertire il pubblico rendendo  giustizia al maestro partenopeo, così come la regia di Leonardo Lavecchia, che ha egregiamente preparato questa compagnia e composto le musiche, la scenografia, curata da Enzo Clori ed Enzo Degioia, e audio e luci curate da Francesco Chiappinelli.

La preparazione di questa commedia è stata un’operazione divertente ed al contempo impegnativa: “Io per questa compagnia sono completamente nuovo – ha dichiarato in esclusiva per lanotiziaweb.it il regista Leonardo Lavecchia – ed all’inizio non è mancata un po’ di difficoltà perché Eduardo De Filippo richiede impegno: bisogna saper dire anche un semplice ciao, come diceva il maestro stesso; non lo si pretende da chi non studia teatro ma da chi ha passione”.

Di questa esperienza personalmente mi rimarrà il piacere di aver assaporato il gusto di questa bella famiglia – prosegue Leonardo Lavecchia – sempre attenta, puntuale ed orgogliosa di fare sul palco quello che gli si chiedeva”.

Ma l’attività della compagnia, che ha alle sue spalle già tre commedie, non si fermerà di certo adesso: “Ci aspettiamo altre belle soddisfazioni per il futuro. Abbiamo già in cantiere un nuovo progetto, si tratta sempre di una commedia di Eduardo, sul quale però vogliamo mantenere il segreto per non rovinarvi la sorpresa!”.

Mi rimarrà senza dubbio l’emozione fortissima che abbiamo provato in queste serate, – ha dichiarato ai nostri microfoni l’ottimo Giuseppe Lattanzio, “alias” Don Ferdinando – ma soprattutto i valori che esprime questa commedia, che ci insegna l’importanza del padre del padre nella famiglia, ed interpretare il ruolo di Don Ferdinando mi ha fatto imparare moltissimo a proposito”.

Lo spettacolo non si ferma qui e si replica l’1 e 2 aprile alle ore 21:00 sempre presso il salone parrocchiale.

Per i biglietti è possibile rivolgersi in parrocchia.

Questo slideshow richiede JavaScript.