Superando anche l’ostico scoglio rappresentato dall’Assitec 2000 Sant’Elia, la Cav Libera Virtus si avvicina sempre più alla conquista della promozione diretta in B1: le ofantine in una splendida prova corale infliggono un severo 0-3 (17-25; 20-25; 19-25 i parziali) ad una formazione che in casa ha saputo sempre esaltarsi. Coach Albanese schiera il 6+1 composto da: Altomonte regista e Lanza sulla diagonale; Martilotti e Costantini di banda; Di Candia e Piemontese centrali, più Tribuzio libero. Mister Lollo risponde con: Dakaj alzatrice e Botarelli fuorimano; Di Nardi ed Impagnatiello laterali; Borghini e Kabunda sottorete e Vittozzi in difesa. Martilotti apre le ostilità, replicata da Di Nardi: già ritmo molto sostenuto in avvio; un ottimo turno alla battuta di Lanza (tre aces, di cui due di fila), Piemontese in primo tempo ed una Altomonte ben decisa sottorete portano la Cav sul 3-8 al primo timeout tecnico. Due volte Costantini, le ospiti allungano ancora (4-11) e Lollo è costretto ad interrompere il gioco. Sant’Elia soffre terribilmente in ricezione, e non riesce a costruire come vorrebbe (7-14): Altomonte è nuovamente tenace nel contrasto a filo rete ed un servizio out delle locali lascia l’ampio margine di +8 al secondo timeout tecnico. Di Nardi prova a riportare sotto le laziali, ma non viene seguita dalle altre compagne (12-20), mentre il servizio delle gialloblu è micidiale (altro ace a firma Martilotti): alla squadra di Albanese basta la gestione del cambiopalla, Di Candia in posto 3 tre volte a segno per la conclusione del primo parziale.

Cerca riscatto l’Assitec: le virtussine inizialmente tengono botta, poi sono piuttosto fallose in battuta, è 8-4 con l’attacco a rete di Costantini. Dopo una fase di stanca -merito comunque delle avversarie-, Cerignola aggancia a quota 9 ripartendo proprio dall’efficacia dai nove metri e sorpassa sul 10-11. Kabunda a muro fa tornare avanti Sant’Elia, Piemontese restituisce la cortesia alla pari ruolo, Libera Virtus che scava un piccolo solco (12-14), sebbene ci sia molto più equilibrio in campo. In questa fase è Piemontese a mettersi in grande evidenza: la centrale ospite è attenta e manda dall’altra parte il pallone del 14-16, a seguire stampa le mani su Botarelli e realizza ancora per il +3 (15-18). La difesa tiene, con la solita strepitosa Tribuzio (non si passa dalle sue parti), ed il centro conferma la sua importanza anche con Di Candia, in attacco ed al servizio. Pur concedendo qualcosina, la Cav non si disunisce: Costantini dalla seconda linea, Lanza ace ed è doppio vantaggio.

Terza frazione che si apre all’insegna del cambiopalla, sequenza interrotta da Botarelli e Borghini per il 5-3, sfruttando anche qualche imprecisione cerignolana. Di Nardi mette giù l’8-5, confermando il leggero calo della Libera Virtus ed una maggiore incisività frusinate. Muro Martilotti, è parità a quota 9, a ruota la doppietta di Piemontese che manda il punteggio sul 9-11: bene Di Candia al servizio e Lanza finalizza in prima linea, per altre tre lunghezze su cui contare. Capitan Martilotti suona la carica, Altomonte è in vena di magie, così alla seconda interruzione tecnica il tabellone dice 10-16. La jump float di Lanza è una sentenza per le laziali, Piemontese è una diga a muro (10-18): dentro Sgherza in seconda linea per Lanza, piccolo break locale prima della sassata di Martilotti (13-19). Fa il suo ingresso anche Matte, la Cav dimostra di aver acquisito una grande maturità e padronanza dei suoi mezzi, malgrado Sant’Elia cerchi di rientrare. Costantini timbra tre volte, Di Candia pone il punto esclamativo su una esibizione di grandissimo spessore.

Come si evince anche dal tabellino punti, una vittoria di gruppo per il sestetto cerignolano: proprio l’unità è il carattere fondante di un team che vuole scrivere la storia della pallavolo ofantina, guidato sapientemente dai tecnici Albanese e Dilucia. Tre giornate da disputare, di cui due in casa consecutivamente a partire dal rientro in campo dopo la sosta pasquale: contro Sabaudia un altro tassello da incastrare, in un puzzle in cui manca poco per completare la sigla B1.

Ecco il tabellino della Cav Libera Virtus Cerignola, con le giocatrici andate a referto ed i relativi punti realizzati:

Altomonte 6, Lanza 12, Martilotti 10, Costantini 10, Di Candia 8, Piemontese 9, Sgherza, Matte, Tribuzio (libero).

CLASSIFICA ALLA VENTITREESIMA GIORNATA

Cav Libera Virtus Cerignola 56; Sebilot Manfredonia 51; Brindisi-San Vito Volley 50; Grotte di Castellana 49; M2G Solution Asem Bari 42; Volley Virtus Orsogna 40; Assitec 2000 Sant’Elia 33; Pvg Bari 31; Coged Teatina Chieti 24; Pallavolo Minturno, Realcaffèmoka Sirs Sabaudia 16; Polisportiva Cisterna 88, Dannunziana Pescara 3.

CONDIVIDI