L’ultimo consiglio comunale continua a trascinare con sé non poche polemiche. E’ il caso di una infelice affermazione del Primo Cittadino nel discorso finale: «Non ho sentito un cane dall’opposizione che abbia fatto una proposta concreta» ha detto Metta.

Il video – in allegato – viene oggi postato sui social da Tommaso Sgarro che scrive: «i cittadini capre, i consiglieri di Centrosinistra “cani”…lo zoo dell’amministrazione comunale è servito». E aggiunge: «Metta scambia Pasqua con Natale e manda letterine a tutti, Prefetto, Questore e bacchetta, come una volta facevano i maestri a scuola con gli alunni, il Presidente del Consiglio. Cerca di fare per l’ennesima volta la vittima, sapendo che per l’ennesima volta il suo comportamento e il suo linguaggio durante l’assise comunale non sono quelli di un Sindaco. Oramai siamo alla farsa. Le istituzioni le rispettiamo e rispettiamo il valore alto della democrazia. Ma reagiremo sempre a ogni sopruso, ogni qual volta qualcuno tenterà di metterci a tacere».

Andando indietro con la memoria, era il 18 ottobre del 2011 e in consiglio comunale si dibatteva di debiti fuori bilancio. Antonio Giannatempo, allora Sindaco, utilizzò un’espressione «infelice» e «istintiva» all’indirizzo della consigliera comunale Loredana Lepore: la chiamò «bella». Dopo poche decine di minuti, nel suo intervento si scusò. Nel siparietto l’intervento dell’allora leader dei cicognini Franco Metta che disse al primo cittadino Giannatempo: «ti rimando in galera».

La lunga storia delle linguaggio improprio in seno al consiglio comunale e dei nomignoli dai palchi e sui social trova terreno fertile a Cerignola. Per rimanere in ambito storico si passa velocemente dall’era dei “Sein sein”, delle “Libera e Bella”, dei “Pokemon”, dei “Doppio Zero”, delle “Pistole scariche”, delle “Gufette” e, non ultimo, delle “Capre”, a quella dei “Cani”, nel pieno rispetto delle regole. Le proprie.

  • Antonio ù Nerg

    Vabbé, in questo caso, dovete darne atto, Il Sindaco ha ragione (non votai per lui), ma gli oppositori sinistroidi sono dei cani.

  • Pinuccio Bruno

    E Pezzano quando smetterà di essere pensieroso e taciturno? Quando deciderà di prendere la parola? Si può essere Vice Sindaco restando a cuccia, veramente come un “cane” redarguito?

    • Vicinz

      Pezzano cane da caccia, c’amma fé.

  • Bevogazzosa

    METTA NON TI PERMETTERE PIU’ D’ INSULTARE I CANI. PARAGONARE I SINISTRI AI CANI, MA DOVE SIAMO ARRIVATI!!!!!