Il prossimo 28 aprile la Chiesa celebra la memoria di Santa Gianna Beretta Molla. Gianna Beretta nacque il 4 ottobre 1922, a Magenta; con vigile sapienza i suoi genitori accompagnarono la sua crescita umana e cristiana. Fu donna serena e colma di gioia. Si impegnò con fervore nell’apostolato, nell’opera di S. Vincenzo e nell’Azione Cattolica: sapeva che a Dio piace chi dona con gioia. Divenne medico condotto a Mesero, dove prestò la sua attività sino a pochi giorni prima della sua morte. Sua predilezione furono i poveri, gli anziani, i bambini. Inizialmente pensò di farsi missionaria laica in Brasile, poi comprese che la sua vocazione era invece il matrimonio e si sposò il 24 settembre 1955. Nella comunione di vita e d’amore della famiglia, che la nascita dei figli rendeva ancora più ampia ed impegnativa, Gianna si senti sempre pienamente appagata. Nel settembre 1961, durante la quarta travagliata gravidanza, con la forza che le veniva dalla fede e dalla preghiera, chiese decisamente che fosse salvato il frutto del suo grembo, anche con l’offerta della propria vita. Morì una settimana dopo aver dato alla luce una bambina, il 28 aprile 1962, sabato nell’ottava di Pasqua della Risurrezione del Signore, ammirevole testimone della santità della vita. Fu Beatificata da San Giovanni Paolo II il 24 aprile 1994 e fu lo stesso pontefice a canonizzarla il 16 maggio 2004. Nell’aprile del 2008, nella chiesa parrocchiale di S. Antonio, fu collocata la statua di questa Santa, modello di mamma, di medico e di sposa cristiana.

Approssimandosi il giorno della Sua memoria liturgica e per poter  incrementare sempre di più il culto e far conoscere questo esempio di Santità, che per il suo vissuto e la sua testimonianza di fede è, in particolare per le famiglie, un esempio di gratuità da imitare; la Parrocchia e la Confraternita hanno organizzato  un triduo di preparazione alla festa, che si terrà nei giorni:

25-26-27 aprile 2017, con la celebrazione della Santa Messa alle ore 19,30. Mentre, Venerdì 28 aprile, giorno della festa, alle 19,30 S. E. Rev.ma Mons. Luigi Renna, Vescovo di Cerignola-Ascoli Satriano, presiederà la Santa Messa solenne.

Al termine il Vescovo benedirà una tela, dono dell’artista Prof. Salvatore Delvecchio, che raffigura, su un particolare sfondo, la Vergine Immacolata, venerata nella Parrocchia di S. Antonio. Questo dono arricchisce la Pinacoteca Antoniana, sorta nel 2004 per volontà dell’Ins. Vittorio Bufano, attento custode delle oltre cento tele esistenti. La serata si concluderà con l’esecuzione di alcuni brani tratti dal repertorio mariano ad opera del Soprano Pia Raffaeli. L’invito è rivolto, in particolare alle famiglie e a coloro che hanno celebrato le loro nozze nella Parrocchia di S. Antonio da Padova negli ultimi anni. Per chi volesse vistare la Pinacoteca Antoniana essa ha sede in Via dei Sanniti, 141 ed eventuali visite da parte di scuole o gruppi o singoli, possono essere prenotate al seguente numero telefonico: 0885 422486.

CONDIVIDI
  • Saverio

    Grande esempio di sacrificio ed amore verso il prossimo !!!!!!!