Penultimo turno dei maggiori campionati di volley che vedono impegnate le formazioni cerignolane: ultime due sfide da giocare al sabato secondo il criterio della contemporaneità stabilito dalla Fipav. In serie B maschile, l’Ecolav Udas Volley sarà in trasferta sul campo della M2G Solution Asem Bari, in un match quasi capitale per conquistare la salvezza (ore 18). I biancazzurri di Roberto Ferraro hanno ottenuto due preziosissime vittorie al tie break negli ultimi due incontri e, nella bagarre per non retrocedere, occupano adesso una postazione privilegiata. E’ obbligatorio muovere ancora la classifica per aumentare le percentuali di permanenza, considerando anche lo scontro diretto dell’ultima giornata col fattore campo a favore con Cosenza. I biancorossi sono ormai salvi e non hanno più nulla da chiedere al campionato: sesti con 30 punti (dieci successi, dodici sconfitte), hanno da tempo conservato il posto nella categoria, anche se proveranno a regalarsi l’ultima gioia casalinga stagionale. Le motivazioni più concrete degli udassini però potrebbero fare la differenza: un risultato positivo sarebbe più di una ipoteca su una salvezza sofferta ma meritata.

L’attesa e le attenzioni sono rivolte inevitabilmente alla Cav Libera Virtus, che riceve (ore 18) proprio l’Asem nella gara che dovrebbe sancire la promozione in B1. Le ragazze di Salvatore Albanese e Cosimo Dilucia hanno bisogno di due punti per celebrare un evento storico e mai raggiunto dal volley femminile a Cerignola. Una vittoria sacrosanta che staff, giocatrici e società aspettano solo per la matematica, a coronamento di una stagione davvero spettacolare: tre soli ko in stagione (peraltro al tiebreak) ed un torneo condotto in testa praticamente sin dal suo inizio. Anche i corsi e ricorsi storici sembrano sorridere alle gialloblu: quasi tre anni fa, con le baresi arrivò il salto in B2, stavolta si festeggerebbe la terza serie nazionale. Il gruppo capitanato da Martilotti è sereno e concentrato: ci si sta avvicinando alla partita con il giusto atteggiamento e c’è la voglia di centrare l’obiettivo con un turno di anticipo. L’Asem è reduce dal ko interno con il Manfredonia ed è quinta con 42 punti: Bari ha giocatrici insidiose come Scaglioso, Zicari e Benefico, ma dovrà scontrarsi con la bolgia del pala “Dileo”, che spingerà le virtussine dal primo all’ultimo punto per avverare un sogno forse poco pronosticabile ad inizio campionato.

In serata (alle 21, causa concomitanza con la Cav), la Tecnomaster.biz Pallavolo Cerignola scenderà in campo contro l’Asdam Pegaso 93 Molfetta con il proposito di archiviare aritmeticamente il discorso primo posto nella regular season. Le ofantine di Michele Valentino con un ennesima affermazione avrebbero la certezza di disputare i playoff promozione da prima della classe nel girone A. Nello scorso turno, facilissima pratica con il Modugno per la vittoria numero 23 del torneo: nel secondo appuntamento casalingo consecutivo, Bellapianta e compagne non corrono eccessivi rischi con le molfettesi, decime con 32 punti e nonostante portino in dote tre successi consecutivi. Settimane di attesa in casa Pallavolo Cerignola, il cui programma prevede di arrivare al meglio della condizione per giocarsi la B2: in questo senso, recuperato anche il libero Casalino, alle prese con un leggero infortunio.