Presentazione letteraria del romanzo “Una volta l’estate” di Ilaria Palomba (Laurea in Filosofia presso Università degli Studi “A. Moro” di Bari, CeaQ – Sorbonne) e Luigi Annibaldi. Dialoga con l’autrice: Miguel Gomez, Presidente di “A.P.S. Federico II Eventi”, Dir. Artistico per le Arti figurative e performative di Artoteca Vallisa, Dir Artistico di BiBart- Biennale Internazionale di Arte Contemporanea di Bari Area Metropolitana. Presenta e modera Cinzia del Corral, V. Presidente “A.P.S. Federico II Eventi”. Sabato 29 aprile, 19.30 Sala Convegni del Polo Museale di CerignolaPiano San Rocco.

Ilaria Palomba è un’esploratrice dell’hic et nunc nelle sue più disparate forme. Ha pubblicato il romanzo Fatti male (Gaffi), ritratto nichilista di una generazione allo sbando, finalista al Premio Carver, tradotto in tedesco per la Aufbau-verlag nella collana Blumenbar, con titolo Tu dir weh; la raccolta poetica I buchi neri divorano le stelle (Arduino Sacco), vincitrice del secondo posto al Premio Letterario Osservatorio XIV edizione, e finalista al Premio Leandro Polverini; la raccolta di racconti Violentati (ErosCultura); il romanzo breve in ebook Il corsetto (Lite editions); il saggio Io sono un’opera d’arte (Edizioni Dal Sud), elaborato grazie a una borsa di studio internazionale per il CeaQ (Sorbonne), diretto da Michel Maffesoli. Il viaggio nell’universo performativo prosegue anche in Italia con la frequentazione del workshop di Franko B “Chi sei tu” e, in seguito, con l’elaborazione di performance sul concetto di corpo violato (Stella di sangue con Chiara Fornesi). È tra i fondatori del gruppo artistico letterario “I Cardiopatici”.

Scrive per le riviste “Succedeoggi”, “Pastiche”, “ArteEFatti”, “Nova”, “Flussi Potenziali”, “O” la rivista di Omero. Alcuni suoi scritti sono entrati a far parte di antologie letterarie di Giulio Perrone Editore, Caratteri Mobili, Edizioni Ensemble. La sue scelta è quella di sopravvivere e scrivere.

Libri editi

  • I BUCHI NERI DIVORANO LE STELLE (Arduino Sacco Editore 2011), ha vinto il secondo premio nella XIV edizione del Premio Nazionale Osservatorio.
  • FATTI MALE (Gaffi Editore, 2012), recensito da Antonella Marino su La Repubblica, da Giacomo Annibaldis su La Gazzetta del Mezzogiorno, da Giovanni Turi su PugliaLibre e da Uberto Tommasi su AZ Marmi; tradotto in tedesco per la collana Blumenbar della casa editrice Aufbau-verlag, in uscita in Germania con titolo: TU DIR WEH (marzo 2013).
  • VIOLENTATI (ErosCultura 2013).
  • IL CORSETTO (Lite Editions).
  • IO SONO UN’OPERA D’ARTE (Edizioni Dal Sud).

Luigi Annibaldi: Scrittore, editor, docente della Scuola Omero. I suoi racconti sono stati pubblicati dalla rivista “Linus” di Baldini&Castoldi, dalla rivista francese “Les Cahiers européens de l’imaginaire”, nella collana narrativa di Omero Editore (Fantareale. Nuova antologia del racconto fantastico e Amore e Sesso Fantareale). Da un suo racconto è stato tratto il cortometraggio Sushi pin-up, vincitore del premio Miglior Film per la giuria popolare del festival di cortometraggi “Campo Lungo” di Roma. Sushi pin-up è anche la sua opera prima pubblicata da Omero Editore. In uscita a giugno 2016 con il romanzo Una volta l’estate, scritto a quattro mani con Ilaria Palomba per Meridiano Zero. Conduce corsi di narrativa in diverse scuole medie, licei statali e biblioteche di Roma e al Goethe-Institut, l’Istituto di Cultura della Repubblica Federale di Germania. È tra i progettisti di Readandgo, applicazione culturale per smartphone finanziata dalla Regione Lazio.